GROTTAMMARE – Non si fa attendere la replica dell’amministrazione alle ultime esternazioni della consigliera Alessandra Manigrasso. La pentastellata accusa Piergallini di ostentare futile attivismo nell’inaugurare nuove aree verdi, le quali necessitavano solo di maggiore manutenzione. Secondo la Manigrasso, si tratta di tempismo assoluto da parte di Piergallini nell’avvio della propria campagna elettorale.

La risposta giunge dall’Assessore alla Qualità Urbana Stefano Troli: “E’ comprensibile che la consigliera Manigrasso si accorga ora della manutenzione del verde a Grottammare. Fino ad oggi infatti la sua presenza sul territorio non è pervenuta. La sua attività di questi giorni dunque non dipende dalla primavera che si risveglia ma dalla prossima scadenza elettorale. Cinque anni fa il movimento Solidarietà e Partecipazione si era impegnato a mantenere i parchi gioco esistenti e a creare nuove aree verdi per il divertimento dei più piccoli. Con coerenza dunque abbiamo portato avanti il progetto ‘Pinete nuove, Pinete Rinnovate’ sin dal 2014. Ogni lavoro è stato festeggiato con uno spettacolo per i bambini, affinché tutta la città partecipasse agli eventi e tutti i cittadini conoscessero il patrimonio di parchi pubblici presenti nei quartieri.

L’assessore pubblica in proposito, un elenco di riqualificazioni effettuate dal 2015 al 2018: “Festa per la pineta dell’Oasi” (12 aprile 2015), “Pineta dei Bersaglieri” (21 giugno 2015), area verde Bellosguardo-Sgariglia (27 giugno 2015), pineta di Gran Madre di Dio (11 maggio 2016), pineta di via Volta (22 maggio 2016), pineta di via San Carlo (26 giugno 2016), area fitness pineta “Ricciotti” (26 marzo 2017), pineta Granaro (2 aprile 2017) e pineta di via XXV aprile (15 aprile 2018).

“La Valtesino dunque è il quartiere che ha visto un numero maggiore di riqualificazioni – prosegue Troli – altro che degrado! Abbiamo avuto numerose ragioni per festeggiare e lo abbiamo sempre fatto spendendo poco, senza trionfalismi. E’ un po’ triste che la consigliera Manigrasso sia spaventata da una festa per bambini, perché di questo si è trattato: un gonfiabile, due animatori e una merenda offerta da alcuni genitori. Nessun giornalista convocato, nessun taglio del nastro, a differenza di ciò che sostiene la consigliera. Quattro anni di lavori dunque, dei quali la consigliera Manigrasso o non si è accorta o cerca di nascondere per attaccare questa Amministrazione. La verità è che il suo linguaggio politico è vecchio come chi la consiglia”.

E’ della vecchia politica svegliarsi all’improvviso, scattare qualche foto in giro e andare sui giornali. Bisogna invece essere responsabili e capire che soprattutto in periodi di scarse risorse è miracoloso portare avanti un progetto di riqualificazione del verde come abbiamo fatto a Grottammare. Purtroppo la coerenza spaventa chi deve fare a tutti i costi opposizione, scadendo nel ridicolo. Viceversa, se la consigliera Manigrasso svolgesse meglio il suo lavoro e s’informasse presso gli uffici, saprebbe che nei prossimi giorni verrà installato un nuovo grande gioco a forma di vascello, prenotato già sei mesi fa, presso la pineta ‘Ricciotti’” continua.

L’assessore conclude con una postilla: “Alla festa ha partecipato anche la consigliera Manigrasso, che si è intrattenuta con i presenti. Ha fatto benissimo, perché il risultato è di tutti e la festa è per tutti. La aspettiamo anche alle prossime: il 30 aprile alla festa per il Parco della Madonnina e il 13 maggio alla Festa per il nuovo Parco di Monte Castello e del Belvedere Alceo Speranza”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.