CUPRA MARITTIMA – Ha scelto di evitare ogni forma di replica, il sindaco Domenico D’Annibali, circa la recente questione che ha visto al centro il bando per l’assunzione dei vigili urbani a tempo determinato a Cupra Marittima; il primo cittadino si limita a ribadire la regolarità del concorso.

Tutto un’altro approccio invece, quello che hanno assunto i membri del gruppo Amici di Beppe Grillo, i quali hanno analizzato la vicenda e hanno fatto il punto sulle eventuali conseguenze.

Affermano i membri del gruppo: “La stabilizzazione di uno dei vigili storicamente assunti per il periodo estivo, che lascia perplessi per le sue modalità, non è l’unico caso a destare preoccupazione, pochi mesi fa infatti, sono state accorpati due settori strategici (Urbanistica e Lavori Pubblici) con l’estromissione dalla carica dirigenziale dell’ing. Montenovo. I timori riguardano i procedimenti avanzati dai soggetti in questione, i quali, non solo potrebbero congelare le assunzioni dei vigili durante il periodo estivo, causando un inevitabile disservizio per i cittadini, ma lasciano spazio ad un grande e inevitabile interrogativo: su ricadranno le eventuali spese processuali, nonché risarcimenti e spese di avvocati?”.

“Chi sta originando questa valanga di cause – concludono i grillini – avrà terminato il suo mandato e se ne laverà le mani, ma chi subentrerà alla guida del paese potrebbe avere l’ingrato compito di appioppare ai cittadini le ripercussioni economiche negative. Possibile che, di tanti problemi che ha Cupra, la giunta D’Annibali stia intervenendo proprio in quei settori che, benché migliorabili, comunque funzionavano da anni?”

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.