Da L’Espresso Rossoblu

BASSANO DEL GRAPPA – Nella trasferta  veneta era il grande assente, rimasto a casa a Roma, risparmiandosi, forse, qualche arrabbiatura di troppo. Stiamo parlando di Franco Fedeli, che L’Espresso Rossoblu ha raggiunto al telefono dopo il 2 a 0 rimediato in trasferta dai rossoblu di Capuano. “Abbiamo fatto un secondo tempo pessimo ma anche nel primo invece di entrare in campo carichi visto che il Padova aveva perso, ho visto una squadra moscia come se rispecchiasse le parole di Capuano, che dice sempre che il secondo posto per la Samb equivale ad un miracolo” non le manda a dire il presidente nei confronti del mister.

“Come possono avere stimoli se lo stesso allenatore li ritiene in una posizione che non meriterebbero per il loro valore in confronto di quello di altre squadre?” continua il patron. “Forse non si rende conto che gli abbiamo dato una panchina che fa invidia a tutta la serie C.” Sui giocatori: “Tomi poi non mi è mai piaciuto e non soltanto perché è la terza partita che perdiamo grazie a sue disattenzioni gravi. A Meda fu autogol e il Renate pareggiò, a Vicenza stavamo vincendo e fece un fallo da rigore evitabilissimo, non c’era assolutamente bisogno di tirare la maglia a Comi davanti all’arbitro e in piena area. Oggi si è fatto fregare come un ragazzino alle prime armi” Poi ancora una considerazione sul mister: “Per me Capuano fa molti errori. Il fatto che non abbia vinto mai un campionato in 25 anni di carriera la dice lunga sul suo valore. Eppure non fa altro che decantare le sue presunte grandi doti di tecnico ad ogni minima occasione.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.