SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che giostra, ‘sta domenica mattina. La sonnolenta politica sambenedettese regala una scoppiettante polemica sull’oramai celebre Autoscontro, posizionata in via dei Tigli. Dopo le parole dell’ex consigliere comunale del Pd Claudio Benigni, è l’attuale consigliere di opposizione Andrea Sanguigni a indicare un ulteriore elemento di discussione. Per far spazio all’Autoscontro, infatti, si sarebbe interamente tagliata una siepe. E anzi ci sarebbe un “misterioso” consigliere comunale che si sarebbe prodigato per il taglio della siepe. Chissà se il Sanguigni, in seguito, aiuterà a svelare l’arcano mistero. Di seguito il suo post.

Mi riferiscono che un consigliere comunale di maggioranza, durante la normale potatura stagionale, ha costretto i giardinieri a tagliare rami interi e a togliere metri di siepe. Indovinate perché? Perché lì doveva nascere un autoscontro che oggi scopriamo essere stato bocciato anche dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo! Così si danneggiano anche i commercianti, anziché fare il loro bene. Penso ai proprietari dell’autoscontro che in questi hanno ricevuto critiche e multe a causa di una cattiva amministrazione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.