TERAMO – Questa mattina, 6 aprile, il Consiglio Provinciale di Teramo, all’unanimità, ha approvato le modifiche al regolamento dell’utilizzo del patrimonio pubblico. Due le sostanziali novità introdotte: la prima riguarda i casi in cui il danneggiamento al patrimonio scolastico è conseguenza di un comportamento vandalico, la seconda riguarda un elenco di prescrizioni da rispettare nella fruizione dei Giardini Pannella.

In ambedue le circostanze, la Provincia di Teramo, si pone un obiettivo: promuovere una cultura civica e aumentare il rispetto del patrimonio pubblico nella considerazione che si tratta di un patrimonio collettivo, quindi di tutti.

Per ciò che attiene alla richiesta di interventi di manutenzione negli edifici scolastici, relativi ad arredi e pertinenze, il Dirigente scolastico dovrà indicare se il danno deriva dalla normale usura o da un atto vandalico e in quest’ultimo caso bisognerà specificare se sono stati individuati i responsabili e quali provvedimenti sono stati assunti: “il responsabile del danno cagionato – si legge nel regolamento messo a punto insieme agli uffici dal consigliere delegato all’Edilizia scolastico, Mirko Rossi –  è tenuto ad assumere a proprio carico l’onore delle spese sostenute dalla Provincia per i lavori di riparazione, salvo che particolari condizioni del soggetto responsabile non inducano l’ente a farsene carico”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.