Di Alessandro Maria Bollettini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’inizio di febbraio, è iniziata nel Comune di San Benedetto del Tronto la decima edizione di Gioco Sport, un progetto  del Coni che l’Amministrazione Comunale ha voluto recepire in maniera propositiva.

Il progetto è importante perché fornisce agli alunni uno strumento di avvio allo sport; infatti a seguire le attività non sono solo i docenti delle scuole primarie sambenedettesi, ma anche una folta schiera di laureati in Scienze Motorie, che sanno notare le caratteristiche peculiari ed i talenti dei ragazzi per indurli a scegliere uno sport piuttosto che un altro.

Nella mattinata del 6 aprile è stato presentato dai promotori. Presente l’assessore allo Sport Pier Luigi Tassotti.

I laureati sono stati formati dalla scuola regionale dello sport e seguono i ragazzi un’ora alla settimana, per un totale di dieci lezioni. I ragazzi sono suddivisi in due cicli differenti: il primo ciclo copre i primi tre anni di scuola elementare, mentre nel secondo ciclo sono raccolti gli alunni di quarta e di quinta.

Gli insegnanti che curano il progetto sono dieci, ma ogni anno ne vengono inseriti almeno due nuovi, per garantire un giusto ricambio. Alla fine del loro ciclo di lezioni, si terrà come ogni anno una festa conclusiva, di cui però è ancora da  decidere la data definitiva. La festa come ogni anno si terrà al campo di atletica leggera comunale, dove gli alunni delle classi quinte parteciperanno a gare di corsa, salto e lancio. La data che verrà scelta sarà presumibilmente fissata intorno alla metà di maggio, cioè alla fine del progetto. Per l’anno prossimo si sta pensando di organizzare qualcosa di diverso rispetto alla festa tradizionale, con l’inclusione nell’organizzazione delle associazioni sportive sambenedettesi.

L’innovazione del progetto è però in realtà partita già quest’anno, con un’integrazione di certo non da poco. L’Amministrazione comunale ha infatti dotato tutte le palestre pubbliche di un defribrillatore, assecondando la legislazione vigente, di recente aggiornata in materia.

Il defribrillatore secondi gli studi statistici è in grado, nel 75% dei casi di salvare una vita, ma ciò è possibile solo nel caso in cui lo strumento sia utilizzato al momento giusto e nel modo giusto. È per questo che il Comune ha voluto organizzare un’attività di formazione per tutto il corpo docenti delle primarie ed anche delle secondarie per l’utilizzo di questa apparecchiatura. Ad organizzare gli incontri di formazione il Centro Riviera delle Palme Salvamento Agency, il cui centro è accreditato presso la Regione Marche. La formazione dei docenti sarà affidata ad un corso di cinque ore nella stessa giornata, ma è importante sottolineare che gli insegnanti coinvolti in Gioco Sport sono già tutti abilitati all’utilizzo di questa apparecchiatura.

“L’attenzione che il Comune di San Benedetto riserva allo sport ed alle attività ad esso connesse è sempre più evidente, il progetto copre infatti il 100% degli alunni della scuola primaria, unico caso nella Regione Marche” affermano dal Municipio.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.