SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un anno di “pausa” a San Benedetto si tornerà a parlare di un regolamento per i contributi alle associazioni cittadine. La commissione Affari Generali, che si occupa di “monitorare” per il consiglio il tema, si riunirà infatti martedì prossimo, 10 aprile, alle 18 e 30.

La questione del regolamento, tenne banco per qualche settimana a inizio 2017 e poi di nuovo a luglio. L’adozione di un regolamento da parte dell’ente è fissato dalla legge 241 del ’90, e l’assenza di regole per i contributi messe nero su bianco fecero discutere e non poco lo scorso anno, specialmente il fronte Pd con il consigliere Tonino Capriotti che arrivò a definire dunque “arbitrari” quelli concessi finora (CLICCA QUI). Giorgio De Vecchis, infatti, nel corso di un’altra commissione Affari Generali chiarì come le regole e i criteri attuali “sono stati definiti irregolari dal 2007 dal Ministero” (CLICCA QUI).

Attorno alla questione, poi, si alzò 12 mesi fa anche un polverone che ebbe come protagoniste la presidente della commissione Maria Rita Morganti e l’assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri. Il regolamento, infatti, sembrava pronto e sembrava che mancasse solo il passaggio in assise. Poi un “dietrofront” (come lo definì la stessa democratica Morganti) che non andò giù all’opposizione (CLICCA QUI).

Adesso c’è un’occasione per tornare a parlarne e soprattuto per capire se negli ultimi 12 mesi uffici e amministrazione hanno lavorato su queste nuove regole. In caso di risposta negativa c’è da spettarsi qualche altra scintilla, che potrebbe pure far alzare un polverone, in generale, sulla questione regolamenti. L’adozione di altre due “carte” infatti ha tenuto banco negli scorsi mesi, senza che la l’orizzonte si sia mai schiarito del tutto: stiamo parlando dei regolamenti sui dehors e sulle slot machines, che, seppur con dinamiche e iter diversi, attendono ancora di attraccare al porto.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.