TERAMO – Era stato arrestato dalla Squadra Mobile  poco più di un mese fa in esecuzione di Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Teramo, il cittadino italiano che sabato 24 marzo è stato ricondotto in carcere in esecuzione di una nuova Ordinanza.

L’uomo, che a febbraio era finito in cella unitamente ad un complice per una “spaccata” compiuta la notte di Capodanno al Bar Lilla di Teramo, aveva ottenuto qualche giorno fa la scarcerazione, con contestuale applicazione di un’Ordinanza di  divieto di dimora nel comune di Teramo.

Nonostante il favorevole provvedimento adottato, il cinquantenne non ha rispettato le prescrizioni ed è stato trovato dai poliziotti venerdì 23 marzo a Teramo.

E’ stato così che il G.I.P. ha aggravato la misura già concessa, emettendo una nuova Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.