SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fa discutere in questi giorni il tema “porto” con il Comune di San Benedetto che pare aver perso alcuni fondi destinati dalla Regione per l’area porto, sia per quanto riguarda la manutenzione che da destinare a investimenti strutturali.  Negli scorsi giorni la minoranza si è riunita ed è arrivata a chiedere le dimissioni sia dell’assessore Filippo Olivieri che del capo di gabinetto di Piunti Luigi Cava. Oggi, dalle file del Pd, parte anche un’interrogazione con Tonino Capriotti che al prossimo consiglio comunale ha deciso di chiedere spiegazioni direttamente al Sindaco Piunti.Qui il testo integrale dell’interrogazione firmata dal consigliere dei democratici:

“Gentili sono venuto a conoscenza che la Regione Marche ha stanziato:
1. Euro 750.000,00 da destinare alla manutenzione ordinaria, all’illuminazione e
alla pulizia delle aree portuali di competenza regionale (DGR n.888 del
01/08/2016 – Ripartizione delle risorse finanziarie– bilancio 2016-2018,
annualità 2017 – capitolo 2100310001);
2. Euro 250.000,00 annualità 2016 da destinare agli investimenti nelle aree
portuali di competenza regionale, bilancio 2016-2018 (DGR n. 888 del
01/08/2016);
3. Euro 775.867,62 annualità 2017 da destinare agli investimenti nelle aree
portuali di competenza regionale, bilancio 2016-2018 (DGR n. 888 del 01/08/2016).

Del primo punto al Comune di San Benedetto del Tronto era stata destinata la somma di 81.750,00 da DISPORRE per le spese sostenute dopo l’adozione del presente decreto e fino al 31/07/ 2017, e rendicontate entro e non oltre il 30/09/2017.

Riguardo ai punti 2 e 3 al Comune di San Benedetto del Tronto era stata destinata la somma di circa 65.000,00 €, di cui 16.000,00 per il 2016 e 49.000,00 per il 2017,  anche qui la contabilità finale degli interventi, il certificato di collaudo o di regolare esecuzione, la rendicontazione finale dei lavori realizzati, dovevano essere trasmessi successivamente al 01/01/2017 e non oltre il 30/09/2017.
La cosa mi preoccupa molto anche in considerazione delle tante raccomandazioni che questo Consiglio vi ha fatto nel corso di questi due anni, tenendo presente che il Comune per reperire risorse da Regione, Governo ed Europa ha investito molto, assumendo personale di alto profilo professionale (almeno sulla carta: livello D3). Ricordiamoci poi che questi finanziamenti si aggiungono a quelli persi lo scorso anno: i circa 120.00,00 euro destinati alla difesa della costa, quelli legati al progetto “Pappafish” e tanti altri che non sto ad elencare.

Che misure intende adottare per il futuro al fine di non perdere più queste opportunità? Questa Amministrazione ha giustificato e continua a giustificare la propria inerzia per mancanza di fondi, ma allo stesso tempo perde tante possibilità che Regione, Governo ed Europa le mette a disposizione. Non è il caso di rivedere la propria attività in questo campo visti i continui insuccessi?

Infine, data l’assoluta incapacità mostrata dal personale di sua fiducia assunto a tempo determinato da questa Amministrazione, nonché l’assoluta incapacità gestionale mostrata da alcuni suoi Assessori, le chiedo di rivedere le deleghe da lei assegnate e di circondarsi di personalità capaci di intercettare i fondi di cui questa città ha assolutamente bisogno.

Caro Sindaco, i soldi non cadono dal cielo e tantomeno questo Comune non può basare la sua attività aumentando le tasse ed elemosinando le offerte dei cittadini. Questo modo di amministrare sta distruggendo la città, è ora che incominci ad
amministrare ed a circondarsi di persone capaci di svolgere le mansioni per cui sono pagate dai cittadini di San Benedetto. È ora di smetterla di fare solo chiacchiere.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.