SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla vigilia della trasferta in terra bolzanina, mister Capuano fa il punto della situazione dopo la vittoria infrasettimanale contro il Vicenza.

“Siamo due squadre in salute, entrambe non prendiamo molti gol. Da quando io ho l’onore di essere allenatore della Samb, noi assieme il Sud Tirol siamo le squadre che hanno subito meno gol, e dopo il Lecce siamo le seconde migliori difese in Italia. Faccio i complimenti al SudTirol, e al suo allenatore. Siamo contenti di andare in questa posizione di classifica e dobbiamo andare fieri di quel che stiamo facendo” spiega l’allenatore della Samb.

“Purtroppo abbiamo molte assenze, Conson ed Esposito squalificati, Rapisarda infortunato e anche Pegorin, anche se porto Raccichini, un ragazzo in cui credo tantissimo e che porteremo con noi domani. Con noi verrà anche il giovane Austoni. Forse rispetto a loro siamo più camaleontici, giochiamo entrambi il 3-5-2 ma noi variamo anche al 3-4-1-2, 3-4-3, 3-4-2-1”. All’andata proprio la sconfitta interna con il SudTirol portò all’esonero di Moriero e all’arrivo di Capuano: “Moriero rimane per me un grosso allenatore. Io a San Benedetto sono venuto con l’entusiasmo del bambino e ogni giorno che passa sono grato di questa scelta. Io ho cercato San Benedetto, ma ritengo Checco un grande allenatore”

Sulla partita, il mister rossoblu aggiunge: “Li abbiamo studiati molto, giocano con linee sempre strette, difficilmente si allungano, hanno due esterni molto bravi e tre difensori centrali ben strutturali. Stanno facendo un campionato importantissimo come noi, è una partita difficile per entrambi. Dietro abbiamo scelte obbligate, non ho deciso se far giocare Candellori sulla corsia destra e portare Mattia in difesa oppure confermare Mattia sull’esterno e dare fiducia al trio Miceli-Patti-Di Pasquale”.

Una domanda anche su Bacinovic, tornato titolare contro il Vicenza: “Per me è la scommessa più bella da quando sono a San Benedetto, gli ho detto che doveva calare il peso ed è sceso 6,7 chili, oggi penso sia il più forte in assoluto della categoria in quel ruolo. Gli ho fatto fare l’aiutante magazziniere per un mese per farlo dimagrire. Non so se mi ha odiato, io so che gli allenatori che vengono apprezzati sempre non sono allenatori ma dei coglioni”.

Come al solito nessuna anticipazione sul modulo: “Vedremo poco prima di iniziare. Sarà una gara di cartello per il girone ma io non guardo la classifica, io cerco il massimo in ogni partita, la classifica la guardo per fare piacere alla società e alla piazza”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.