SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I rossoblu superano 2 a 1 il Vicenza con i gol di Miracoli su rigore e Di Massimo. Leggi le interviste ai protagonisti.

Franco Fedeli: “Di Massimo ed Esposito sono due giocatori che ho fortemente voluto e oggi mi hanno ripagato cambiando la partita”. Il patron però è critico verso il primo tempo dei suoi: “Da dimenticare i primi 45′, nel primo quarto d’ora non abbiamo superato la metà campo, sono sceso negli spogliatoi all’intervallo e l’ho detto a tutti che la partita fino a quel momento non mi piaceva”. Sulla seconda vittoria in casa consecutiva: “Sembra sfatato il tabù, resta però il tabù che dobbiamo tribolare fino alla fine.” Sul Vicenza: “Per forza di cose dovevano vincere, mi sembravano agguerriti”. Sul secondo gol: “Deve andare su tutti gli annali, sarà sicuramente il miglior gol della giornata quando faranno vedere gli highlights in tv”.

Il presidente poi rivela di aver scritto una lettera (inoltrata anche a Gravina) chiedendo un incontro con gli altri presidenti per discutere i problemi delle squadre di Serie C. “Costi eccessivi, risorse inadeguate, problemi di logistica, mancanza di strutture e strutture fatiscenti” sono i problemi che Fedeli mette nero su bianco. A quanto pare hanno risposto già i presidenti del Monza e del Piacenza.

Ezio Capuano: “Avevamo preparato la partita in pochi giorni, in fase di non possesso ho abbassato Bellomo che veniva a fare l’intermedio e il nostro era un 3-5-2 in quella fase del primo tempo. Nel secondo tempo, in alcuni frangenti, sembravamo il Barcellona. Ringrazio i miei per la partita che hanno fatto, per l’intensità e l’aggressività messa in campo nella ripresa. Mi dispiace per il gol incassato, è una rete che non dobbiamo mai prendere. I cambi? Un cambio rompe gli equilibri e va fatto in un momento preciso, finora non ne ho mai sbagliato uno. Il secondo gol è stato bellissimo, mi sono andato a coccolare Di Massimo a cui voglio bene come un figlio. Quando qualcuno vuole bene a un figlio lo deve coccolare di notte non di giorno”.

Alessio Di Massimo: “Esposito è stato bravissimo, mi ha dato un gran pallone. Poi quando ho agganciato la palla ho cercato di farla passare sotto al portiere ed è andata bene. Questo gol per me significa molto perché lavoriamo tanto in allenamento e quando uno segna è una gran cosa, ripaga del lavoro. Adesso non dobbiamo esaltarci, dobbiamo restare equilibrati”.

Luca Miracoli: “Sono felice di aver raggiunto la doppia cifra che era il mio obiettivo primario, a cui puntavo da qualche anno ormai. Appena entrato c’è stato questo episodio del rigore e ho voluto fortemente tirarlo. Al di là di tutto la cosa più importante è sempre il risultato di squadra perché i successi individuali passano sempre per quelli collettivi. Partita difficile oggi perché in questo periodo le squadre cercano tutte punti, oggi poi c’era anche un campo difficile a complicare le cose”.

Nicola Zanini(allenatore del Vicenza). VIDEO.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.