Rapid Nonantola-Hc Monteprandone 34-25

NONANTOLA: Ben Henia 3, Dalolio 2, Kasa 7, Morselli 3, Valle 6, Montanari 3, Manfredini 1, Ansaloni 4, Chiesi 2, Serafini 2, Monzani 1. All.: Montanari.

MONTEPRANDONE: Di Girolamo, De Cugni 1, Giambartolomei, Cani 6, Carlini 1, Sabbatini 3, Funari, Grilli 3, Khouaja 6, Parente 3, Lattanzi 1, Mattioli 1. All.: Vultaggio.

Arbitri: Morelli e Marcelli.

NOTA: parziale primo tempo, 19-13.

NONANTOLA – Si preannunciata proibitiva la trasferta di Nonantola, e tanto è stato per la già retrocessa Handball Club Monteprandone. Gran bella squadra quella emiliana, che non a caso con Faenza sta battagliando per il primo posto del girone C di serie A2.

Più che dignitosa la prestazione dei verdi, che addirittura nel primo tempo riescono a mettere il muso avanti (5-6 al 7’). Segue il break devastante del Rapid Nonantola, che al 20’ allunga sul 15-8. Monteprandone non si arrende e con grande sforzo si porta sul 16-13 al 26’. Da quel momento però, manciate di errori (soprattutto nei passaggi) stoppano la rimonta dell’Hc. Si va all’intervallo sul 19-13.

Nella ripresa coach Andrea Vultaggio dà spazio a tutti i ragazzi dell’Under 17, che riescono a farsi valere insieme al solito Giambartolomei, protagonista tra i pali. Finale, 34-25. Così coach Vultaggio: “Onestamente di più non potevamo fare. Resta il rammarico per non avere prodotto prestazioni come questa nelle partite che erano alla nostra portata. Cercheremo di finire il campionato conquistando 2 vittorie nelle ultime 2 gare casalinghe (contro Camerano il 24 marzo, con Ambra il 21 aprile) e proveremo a non sfigurare nella trasferta di Bastia (15 aprile)” promette Vultaggio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.