PORTO SAN GIORGIO – A seguito di alcune segnalazioni inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti in alcune zone di Fermo e Porto San Giorgio, personale del Commissariato di Polizia di Fermo avviava indagini specifiche di polizia giudiziaria e predisponeva un servizio di osservazione che vedeva in data 15 marzo l’arresto in flagranza di reato di un cittadino fermano, T.M. di anni 38 per spaccio di sostanza stupefacente.

A seguito di perquisizione presso il domicilio del malvivente veniva rinvenuta altra sostanza stupefacente già confezionata per la vendita, tra cui numerose buste contenenti marijuana, eroina e cocaina, nonché sostanze e materiale destinato al taglio ed al confezionamento delle sostanze stupefacenti.

La sostanza stupefacente veniva rinvenuta e occultata all’interno di capsule orosolubili destinate a contenere medicinali di vario genere opportunatamente svuotati del contenuto originale e riempiti di eroina o cocaina proprio per eludere eventuali controlli.

Durante la citata perquisizione gli investigatori della Polizia rinvenivano una pistola Beretta calibro 7.65 con matricola abrasa.

Il T.M. veniva pertanto arrestato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti e nonché per il possesso di arma da fuoco illegale e tenuto a disposizione della A.G. per la convalida degli atti, avvenuta la quale il P.M disponeva la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.