TERAMO – Firmato questa mattina, 9 marzo, il contratto per la realizzazione del nuovo ponte sul Vomano che collegherà i comuni di Castellato e Cellino. Complessivamente saranno investiti 5.889.561 euro, i fondi sono quelli stanziati dalla Regione Abruzzo, l’ATI affidataria è costituita dal raggruppamento di imprese “Di Eleuterio e Di Sabatino”.

Il ponte, lungo 80 metri, attraversa il Vomano in un tratto caratterizzato da consistenti fenomeni erosivi. Il tratto stradale di connessione al ponte è lungo complessivamente 1.500 metri circa; la larghezza della strada di 10,50 metri. L’importo complessivo del progetto, come detto, ammonta a 5.889.561 euro: i lavori del ponte costeranno 3.716.000 euro mentre sono previste 2.173.425 per somme in amministrazione. L’opera, da capitolato, dovrà essere realizzata in 180 giorni lavorativi.

Il vecchio ponte non verrà demolito e sarà utilizzato per il traffico cosiddetto “leggero”: solo auto o solo biciclette ma sarà deciso in seguito.

“C’è il rammarico di non aver potuto iniziare prima i lavori ma, com’è noto, ci sono stati ricorsi incrociati e si è trascinata a lungo una disputa interpretativa e giurisprudenziale sui criteri di affidamento (in un primo momento l’ATI Di Eleuterio/Di Sabatino era stata esclusa dalla commissione di gara per non aver indicato gli oneri aziendali della sicurezza ndr) risolta con sentenze del Consiglio di Stato e della Corte di Giustizia europea – dichiara il presidente Renzo Di Sabatino –  in ogni caso oggi è una bella giornata perché finalmente si concretizza un progetto particolarmente atteso dalla comunità”.

Soddisfazione da parte dei due sindaci, Vincenzo Di Marco di Castellalto e Giuseppe del Papa di Cellino Attanasio e di Florideo D’Ignazio, presidente del comitato “Un ponte per il futuro” presenti alla firma del contratto insieme al rappresentante dell’ATI, Armando Di Eleuterio.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)