SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera è pronta ad accogliere un consueto appuntamento sportivo.

Parliamo della Tirreno Adriatico che si svolgerà dal 7 al 13 marzo: martedì l’ultima tappa sarà a San Benedetto come in 52 edizioni su 53.

Nella mattinata dell’8 marzo è stata presentata la competizione sportiva. Presenti il vice sindaco Andrea Assenti e l’assessore allo Sport Pierluigi Tassotti.

Quest’ultimo ha preso la parola: “Siamo onorati di poter ospitare nuovamente un grande appuntamento sportivo, ormai divenuto parte importante della città. Abbiamo investito quasi 55 mila euro (54.900 per la precisione) e siamo certi della forza pubblicitaria che ha l’evento per San Benedetto. Per motivi logistici, molti partecipanti hanno deciso di fermarsi in altre città e naturalmente avremmo voluto più pernottamenti in Riviera (al momento tre squadre, una allo Sporting di Porto d’Ascoli e due al Parco dei Principi di Grottammare) ma la promozione turistica avverrà ugualmente grazie alla presenza di media provenienti da tutto il mondo e dai campioni del ciclismo presenti”.

Anche il vice sindaco Andrea Assenti è d’accordo sull’importanza dell’evento: “Buonissima visibilità, una vetrina appetitosa per San Benedetto”.

Quest’anno il Comune, e l’Ufficio Sport, ha collaborato con l’associazione Pedale Rossoblu. Il presidente Alessio Marcozzi afferma: “Ci è stata affidata l’apertura della gara insieme ad altre realtà del territorio ovvero i nostri giovani atleti potranno in mattinata, dalle 11, effettuare lo stesso percorso dei campioni. Inoltre, insieme alla Polizia Municipale, sono state create delle iniziative legate alla manifestazione sportiva. Lezioni di ciclismo e sicurezza stradale nelle scuole sambenedettesi. Oggi in quattro classi dell’Isc, domani saremo presenti alla Miscia e alla Marchegiani”.

Marcozzi, infine, si rivolge all’amministrazione per un evento futuro: “Vorremmo organizzare un meeting-gara per bambini a San Benedetto come avvenuto di recente nel Fermano con la presenza di oltre 2 mila atleti. Anche le strutture alberghiere potrebbero ottenere risultati positivi”. Il Comune ha accolto la richiesta del presidente dell’associazione di porre la questione sul tavolo comunale, prossimamente.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 302 volte, 1 oggi)