SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel pomeriggio di martedì 6 marzo il sindaco Pasqualino Piunti ha incontrato i presidenti dei Comitati di quartiere. Obiettivo il confronto con i rappresentanti delle realtà cittadina per una disamina dei problemi presentati all’attenzione degli assessori e dei funzionari di riferimento per le varie tematiche (di cui è stato fornito un elenco aggiornato con relativi recapiti).

E ciò al di là della partecipazione dell’Amministrazione comunale alle assemblee convocate da vari Comitati “allo scopo – ha detto Piunti – di esercitare una manovra a tenaglia che aggredisca le questioni e provare, laddove le risorse lo consentono, a risolverle una volta per tutte”.

Il confronto si è poi ampliato ad altre questioni, come la sanità: “Ho ribadito la mia nota posizione – ha detto Piunti – quella che, pur valutando positivamente la soluzione dell’ospedale unico di cui sento parlare da almeno 15 anni, ribadisce la necessità che nel frattempo il nosocomio sambenedettese abbia tutte le risorse umane e finanziarie necessarie a renderlo all’altezza della domanda di salute che viene da un bacino demografico così ampio”.

Sul tema della sicurezza, Piunti ha fatto il punto sullo stato di attuazione del progetto di videosorveglianza cittadina che ormai è alla vigilia della sua implementazione e ha ricordato che i contatti con Prefettura e Questura sono sempre frequenti: “Proprio stamane – dice ancora il Sindaco – ho avuto dal sig. Prefetto la disponibilità a convocare, ancora una volta a San Benedetto, il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Successivamente – conclude Piunti – vorrei farmi promotore di un momento di confronto diretto tra i quartieri e i responsabili dell’ordine pubblico perché sono convinto che sia sempre positivo esaminare le questioni da punti di vista differenti”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte)