GROTTAMMARE – “Un problema di sicurezza” è quello che rileva il presidente della Consulta Disabili di Grottammare Giuseppe Greco. Il suo appello alle autorità è frutto di un susseguirsi di episodi pericolosi da lui registrati, accaduti in alcune zone della città, a sui parere, sguarnite di forze dell’ordine.

“Credo che in media sia disposto un vigile ogni 400/500 abitanti a Grottammare – dichiara Greco – ma da quanto ho potuto constatare, essi si concentrano quasi tutti nelle zone centrali della città. In Zona Ascolani e lungo la Val Tesino, invece, vedere un vigile è diventato ormai un miraggio. Tempo fa fu aggredita un’amica di famiglia nei pressi del centro commerciale L’Orologio, ma nessuno l’ha soccorsa eccetto i ragazzi che giocavano a calcetto. Quando vado a comprare qualcosa il Via Foscolo c’è sempre qualcuno parcheggiato davanti ai scivoli che ostruisce il passaggio e quando chiamai un vigile aspettai più di un’ora”.

Greco conclude rivolgendo un appello all’Amministrazione grottammarese: “Nelle zone in questione vivono più o meno 6000 abitanti, una tale situazione di basso organico mi sembra piuttosto grave; che gli amministratori si preoccupino della sicurezza di chi li stipendia invece di fregarsene”.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 452 volte, 1 oggi)