SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il massimo obiettivo per un atleta di crossfit è partecipare ai Reebok CrossFit Games, una competizione mondiale considerata alla stregua di un’Olimpiade che si svolge ogni anno negli USA, e anche nel 2018, come nel 2017, Bernard Luzi, l’owner del Centro CrossFit San Benedetto del Tronto (l’unico ufficiale nella zona), vuole esserci.

Per dirla tutta, i Reebok CrossFit Games sono la più alta celebrazione sportiva per ricordare i caduti in guerra, onorando con WOD (Workout of the Day) durissimi la vita persa in battaglia per servire la patria. Un’occasione da non perdere per mettersi alla prova.

Come Bernard, quest’anno altri 25 atleti del CrossFit San Benedetto del Tronto – che a giugno compie due anni, mentre Luzi ne compie 48 – si sono iscritti agli Open (1ª selezione per partecipare alla finale negli USA) e per cinque giorni per cinque settimane il Box rimarrà aperto a tutti lo loro svolgimento di tale fase di gara.

“Lo facciamo perché lo fa tutto il mondo e ci piace condividere la voglia di misurarsi sempre, anche se non ci conosciamo – dice Bernard Luzi – e voglio fare un appello ai lettori: non crediate che il CrossFit faccia male o che necessiti di una preparazione per praticarlo, poiché esso è la preparazione a tutti gli sport, rinforza l’intero corpo, in primis la schiena, parte dolente di ogni essere umano, cresciuto purtroppo senza sapere come si raccoglie un mazzo di chiavi o come si trasportano le buste della spesa. Il CrossFit insegna anche questo”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.468 volte, 1 oggi)