SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una giornata dal doppio volto, un sabato in cui si è vista l’imprevedibilità e l’unicità della pallavolo, uno sport di squadra e di mente, una disciplina in cui tutto deve essere perfetto, senza errori e con un pizzico di fortuna che non guasta mai.

Il sabato della serie D è stato così. Al 40% dei tornei di seconda fase, decisivi per i verdetti finali, si è vista rafforzare la gemma della salvezza in campo femminile, mentre, come un fulmine a ciel sereno, il cammino vincente della squadra maschile si è fermato con un turno da dimenticare, con tanto di doppio sorpasso subito nel percorso verso la conquista della serie C.

Cominciamo da chi ha perso, ossia la Happy Car di Massimo Citeroni. A Macerata, i padroni di casa di Montalbano hanno dominato la gara, concedendo ai sambenedettesi soltanto 48 punti, una media di 16 a set. Ne è derivato un 25-14, 25-18 e 25-16 che ha riaperto completamente il campionato con quattro squadre in corsa per la promozione. Secondo posto provvisorio da parte dei maceratesi che si giocheranno la leadership provvisoria nel derby ad Appignano.

Nelle altre partite, tutte senza ricorrere al quinto set, vi è stata la vittoria di Appignano, vincente a Fano per 3-0 e nuova leader del girone D promozione con 10 punti. Con il successo per 3-1 su Frezzotti Trasporti, è tornata in corsa anche la Videx, a 4 punti dalla vetta e capace di riscattare la sconfitta alla palestra Curzi.

Per la squadra di Citeroni, sarà necessario il doppio successo pieno contro Frezzotti Trasporti e Fano nella doppia sfida casalinga, per mantenere accesa la fiamma della promozione diretta, con un occhio di riguardo agli altri palazzetti e alle altre palestre della regione.

In campo femminile, grande vittoria della Happy Car di Ciabattoni, che con un nettissimo 3-0 contro Monticelli nel derby ascolano, sono virtualmente in testa alla classifica con 8 punti e un turno di riposo effettuato. Una gara attenta, terminata con i parziali di 25-13, 25-14 e un terzo set più sofferto con il punteggio di 25-21. Si avvicina la meta della salvezza grazie al vantaggio di ben 5 punti su Fabriano e sulla stessa Monticelli, terze classificate a pari merito.

Sempre nella giornata di ieri, grande orgoglio della Happy Car di Prima Divisione Femminile di Medico. Dopo aver subito l’assalto della Don Celso Fermo e sotto di due set, le padroni di casa non si sono arrese e con un doppio 25-22 e il 15-13 al tie break hanno ottenuto la vittoria all’esordio di questa seconda fase, rimandato di una settimana a causa del rinvio per neve della trasferta di Torre San Patrizio.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)