SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Dimensione Scavi torna a lavorare. La ditta dell’Agraria, che da mesi tratta le macerie del sisma e che a inizio febbraio era stata fermata da un provvedimento di sospensione firmato dalla Provincia, a seguito di alcuni controlli delle forze dell’ordine avvenuti a fine gennaio, può tornare temporaneamente a svolgere il suo lavoro.

La ditta, difesa dagli avvocati Gabriella Ceneri e Paolo Lori, aveva presentato qualche settimana fa al Tar di Ancona il ricorso principale contro l’atto di Palazzo San Filippo, accompagnato anche da un’istanza cautelare che puntava a sospendere il provvedimento della Provincia ancor prima che il collegio giudicante si esprimesse sul merito.

In realtà la possibilità di tornare a lavorare, per l’azienda, è arrivata ancora prima della discussione sulla sospensiva, che non arriverà prima del 21 marzo, giorno in cui è fissata l’udienza in camera di consiglio. I legali hanno infatti chiesto un provvedimento urgente al presidente del collegio che oggi, con decreto, ha riaperto provvisoriamente i cancelli dell’azienda. (Tecnicamente una pronuncia c.d. “in via interinale”)

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)