ASCOLI PICENO – Una nuova cultura sulla disabilità si costruisce con interventi normativi mirati, certo, ma soprattutto con un rinnovato atteggiamento che deve attecchire nella quotidianità, in modo da far emergere in maniera chiara le potenzialità che i disabili hanno in tutti i campi, dall’arte allo sport.

In questo contesto s’inserisce la seconda edizione di Happy Hand in Tour che farà tappa il 3 e 4 marzo al Centro Commerciale Città delle Stelle di Ascoli Piceno, pronto come sempre a valorizzare le associazioni locali in qualunque ambito operino, a maggior ragione quando serve favorire una crescita culturale del territorio, per ribadire il principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi.

A livello nazionale, durante la prima stagione di Happy Hand in Tour sono state ben 154 le iniziative in 11 Regioni italiane, con il coinvolgimento di 500 volontari, 200 tra associazioni e gruppi sportivi, culturali e musicali e migliaia di persone ad incuriosirsi e ad appassionarsi.

Al Centro Commerciale Città delle Stelle di Ascoli Piceno, il programma prevede il contributo della Okay Animazione di Villa Rosa, da molti anni specializzata nell’organizzazione di eventi come questo e già presente in numerose tappe di Happy Hand in Tour, che coinvolgerà bambini e ragazzi in una serie di giochi e momenti di intrattenimento.

Nei pomeriggi, invece (ore 16-19), al centro dell’attenzione ci saranno i disegni degli Skizzati, laboratorio di grafica e fumetto educativo dell’Associazione La Meridiana, vera “anima” dell’evento, insieme all’APM (Associazione Paraplegici delle Marche).

Chiusura in bellezza, infine, nel pomeriggio di domenica (ore 16-19), con il basket in carrozzina della Polisportiva Amicacci Basket in Carrozzina di Giulianova (Teramo), che proporrà a tutti di misurarsi con questa travolgente disciplina, sempre più apprezzata dal pubblico.

Tutte le citate organizzazioni, promotrici delle varie iniziative, allestiranno naturalmente una propria postazione informativa, che si affiancherà a quella della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). Conosciamo meglio le associazioni che saranno protagoniste di Happy Hand in Tour a Città delle Stelle

Associazione La Meridiana Onlus.

Nata nel 2002 e presieduta da Roberto Zazzetti, referente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, promuove l’inclusione e lo sviluppo integrale della persona, avendo particolare attenzione ai disabili fisici e psichici, sensoriali e delle loro famiglie ed a tutte le altre persone che versano in condizioni di emarginazione e vulnerabilità per cause di ordine economico, sociale, sanitario, religioso ed altro.

Sostiene dunque l’assistenza, la tutela della salute, la cura, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue dei soggetti vulnerabili di qualsiasi età, sesso e condizione, per favorirne l’effettiva partecipazione democratica alla vita sociale, attraverso la lotta contro tutte le forme di esclusione e discriminazione.

L’Associazione La Meridiana Onlus cerca di raggiungere i suoi fini attraverso molte attività di sensibilizzazione delle comunità locali, di formazione professionale, organizzazione ed erogazione di prestazioni in ambito sociale e sanitario, servizi domiciliari di assistenza, sostegno e riabilitazione, gestione di servizi diurni.

A tal proposito, da cinque anni è attivo nei pressi dell’ufficio URP dell’Ospedale “Mazzoni” di Ascoli Piceno, lo Sportello Informa Handicap e, nel 2018, molto si punterà sul progetto WE ARE IN (WElfare Accessibilità REsilienza Inclusione) che si pone l’obiettivo generale di promuovere il benessere e l’inclusione sociale delle famiglie che vivono situazioni di disagio e di disabilità, strutturando un’offerta di prestazioni integrate utili a rispondere alla crescente complessità dei loro bisogni. A tal fine, si è inteso predisporre un intervento organico, caratterizzato da servizi e metodi come il peer counseling, i gruppi di auto-mutuo aiuto, le reti di famiglie “accoglienti” per l’accompagnamento e i sistemi evoluti di comunità educante.

WE ARE IN è, contemporaneamente, un progetto di Community Welfare per coinvolgere la comunità territoriale, di Social Innovation con nuove forme di collaborazione, nuovi schemi di azione e soprattutto nuovi modi pensare e di agire collaborativi e di resilienza sociale, quale processo (e progetto) e come spazio di apprendimento in cui contano le capacità individuali ma, ancora di più la competenza collettiva (community capability).

La Meridiana Onlus è attiva in un contesto di partnership con altri enti locali ed associazioni come le Acli di Ascoli Piceno, l’Unitalsi ed ha una convenzione con l’ITS G. Mazzocchi ed è presente alla Consulta Comunale di Ascoli sulla Disabilità, al Tavolo sulla Protesica dell’ASUR di Ancona

Roberto Zazzetti è anche Presidente della Consulta Regionale per la Disabilità e referente della Consulta per la Commissione Regionale sul Lavoro.

Associazione Paraplegici delle Marche

L’associazione riunisce le persone con lesione al Midollo Spinale della Regione Marche ed è membro della F.A.I.P. Federazione Italiana Paraplegici delle Marche. L’ associazione intende farsi carico di tutte le problematiche inerenti le lesioni midollari e proporsi come interlocutore nei confronti delle istituzioni locali competenti: obiettivo prioritario è portare avanti la battaglia per la costituzione della Unità Spinale Unipolare nella Regione Marche.

Gli Skizzati

“Gli Skizzati” sono un gruppo di giovani all’interno dell’Associazione “La Meridiana Onlus”, guidati da Chiara Melosso, membro del Consiglio dell’Associazione “La Meridiana”, che liberamente scelgono di intraprendere un’attività pomeridiana   auto-formativa nell’ambito della grafica e del fumetto in ambiente multimediale, insieme a persone disabili. Favorendo lo sviluppo di un percorso educativo teso all’emancipazione comunicativa e sociale della persona. Queste occasioni d’incontro che si vengono a creare tra generazioni e tipologie giovanili differenti determinano una saldatura tra le diverse componenti della comunità. Il gruppo nasce alcuni anni fa, per libera iniziativa di alcuni ragazzi del centro di Ascoli Piceno; come laboratorio giovanile dedicato ad approfondire attività legate al valore educativo, integrativo e sociale delle arti visive, della grafica e del fumetto. Al suo attivo, “Gli Skizzati” hanno molte iniziative, tra cui il laboratorio già presentato al Centro Città delle Stelle che sarà replicato sabato e domenica prossima e le iniziative per i bambini terremotati ospitati all’hotel Relax di San Benedetto del Tronto, durante le quali i nostri Tutors sono stati vicino a bambini che vivevano una situazione difficile, dimostrando maturità e professionalità uniche.

Polisportiva Amicacci Basket in Carrozzina

La società sportiva per disabili “Amicacci” di Giulianova, che gioca le sue partite di serie A1 al Palasport di Alba Adriatica, in via degli Oleandri, è nata da un’idea di Giuseppe Marchionni nel 1983, per promuovere lo sviluppo dello sport per ragazzi portatori di handicap. La squadra di basket è arrivata nella massima serie nel 2006 dove tutt’ora gioca ed ha vinto due Coppe Europee, posizionandosi al dodicesimo posto nel ranking europeo del basket. Ha al suo attivo anche due finali di Coppa Campioni, due di Coppa Vergauwen, cinque qualificazioni in Coppa Europa, dodici campi estivi di mini basket, tour dimostrativi nelle scuole con la proiezione del video del progetto “èSportAbile”, in cui si mostra la vita quotidiana di un disabile e poi si fa provare ai ragazzi normodotati la carrozzina da gioco per il basket.

Trentacinque anni di vita, sei tecnici federali, quarantanove atleti con tre squadre: la prima squadra che gioca in serie A1 allenata dai coach Andrea Accorsi e Ozcan Gemi, una seconda squadra e gli “Amicuccioli”, la leva giovanile che si esibirà domenica 4 marzo nel pomeriggio con incontri “tre contro tre” e “due contro due”: il messaggio è che un atleta è un atleta e che lo sport esalta sempre lo spirito e la volontà dell’individuo, i suoi valori positivi, come d’altronde dimostrato anche dall’eccezionale performance della squadra italiana alle Paralimpiadi del 2017.

Happy Hand in Tour viene organizzato grazie alla Società Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce Centri Commerciali su tutto il territorio nazionale. E al fianco di IGD la FISH, Federazione che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), e l’Associazione WTKG (Willy the King Group), fondata da William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, vero e proprio “veterano” di questo tipo di eventi. Ma anche due nuovi partner come l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano), vale a dire le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia.

 

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 155 volte, 1 oggi)