SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ successo nuovamente. Quarto colpo criminale in meno di trenta giorni. L’ultimo soltanto due giorni fa.

Nel tardo pomeriggio del 21 febbraio si è verificata una rapina armata al Conad di San Benedetto in via Togliatti, davanti alla Scuola Curzi.

Stessa dinamica degli ultimi episodi accaduti in Riviera e nel vicino Abruzzo: oggi due persone con accento meridionale, volto travisato e arma da fuoco alla mano (forse giocattolo), hanno minacciato le cassiere e si sono fatte consegnare il denaro. Da quantificare il bottino trafugato, dalle prime indiscrezioni una cifra comunque elevata. All’interno, come nelle altre occasioni, alcuni clienti che hanno assistito al fatto.

I criminali si sono dati alla fuga rapidamente. Indagano le Forze dell’Ordine. Sul posto, per le indagini, la Polizia sambenedettese, coordinata dal Dirigente Leo Sciamanna. Al vaglio le immagini delle telecamere per risalire ai responsabili. Si stanno raccogliendo anche le testimonianze dei presenti.

Non è escluso che si trattino degli stessi malviventi che in meno di un mese hanno colpito a Grottammare, Martinsicuro e qualche giorno fa all’Eurospin, poco distante dal luogo di oggi. Solitamente agiscono in due o tre, con il terzo a volte in veste di “palo”.

I cittadini sono sempre più preoccupati ed esasperati da questi gravi episodi criminali. In tanti riversano amarezza e timore sui Social Network.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.538 volte, 1 oggi)