SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le opposizioni sempre più pressanti sul tema Ballarin, le cui condizioni strutturali, specialmente dei capannoni a Nord, sembrano istanze non più rimandabili.

Oggi i consiglieri Marco Curzi e Tonino Capriotti (rispettivamente presidenti delle commissioni Lavori Pubblici e Bilancio) hanno inviato una lettera a sindaco e assessori chiedendo la rimozione immediata dei capannoni del Carnevale assieme alla pulizia degli spazi interni e esterni il vecchio stadio e all’avvio di una discussione sui progetti futuri per l’area.

I due esponenti della minoranza che definiscono “indecorosa la cartolina che che si presenta all’ingresso Nord della città” annunciando poi che riuniranno le loro rispettive commissioni per discutere del problema. “Da troppo tempo si aspetta un’azione programmata e concreta” chiudono la corrispondenza Capriotti e Curzi.

Parallelamente anche Domenico Pellei (Udc) ha presentato un’interrogazione con cui il consigliere chiede modi e tempi di intervento nei programmi dell’Amministrazione e ricorda una proposta (“temporanea” ricorda Pellei) del suo gruppo, risalente a qualche mese fa che prevedeva lo spostamento all’interno del campo dei capannoni e l’affidamento in custodia al Comitato Amici del Carnevale dello stesso terreno da gioco, che in parte sarebbe utilizzato come parcheggio.

Si scalda ancora il tema Ballarin dopo che, qualche mese fa, una proposta della Samb per la realizzazione in loco di un campo di allenamento aveva avuto ampia diffusione. L’ipotesi, complice anche un periodo di stand-by dettato dalla necessità che la Soprintendenza si esprima, si è però raffreddata negli ultimi tempi.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 931 volte, 1 oggi)