SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continuano gli episodi arbitrali a sfavore della Samb che, pure in una notte in cui alla squadra di Capuano fatichiamo a trovare qualunque alibi, si ritrovano danneggiati e ancora una volta per una svista su un fuorigioco dopo le polemiche per la rete incassata a Padova.

Stiamo parlando della rete di Rubbo messa a segno al 36° del primo tempo e viziato da una posizione di fuorigioco dell’autore del gol. La Samb, che non era partita male e aveva provato a spingere nei prime battute, già da qualche minuto prima della rete ospite aveva iniziato a “sbracarsi” con i veneti bravi a trovare spazi, eludendo le marcature rossoblu anche con soventi cambi di fronte e fascia. Ricordiamo infatti un’azione dello stesso Rubbo, bravo a inserirsi sulla sinistra per poi servire un pallone in mezzo per l’accorrente Lavagnoli che aveva trovato solo la schiena di Miceli fra lui e il gol.

Dicevamo però del gol in fuorigioco. Tutto nasce da un filtrante di Boscolo per Neto e anche qui c’è qualche dubbio per una possibile posizione di offside del brasiliano, anche se probabilmente parliamo di centimetri e per di più di un incrocio difficile da vedere per il guardalinee.

  1. IL PASSAGGIO DI BOSCOLO PER NETO

Ben più netta è invece la posizione di fuorigioco di Rubbo che, quando riceve dallo stesso Neto pare in offside di almeno mezzo metro.

2. NETO PER RUBBO: E’ FUORIGIOCO

Sembra invece corretta la “chiamata” su Conson, che aveva trovato il pari di testa sugli sviluppi di una punizione che aveva portato al cross Esposito.

3. ESPOSITO PER CONSON: L’OFFSIDE SEMBRA ESSERCI

GLI HIGHLIGHTS (dal canale Youtube Calcio24 Tv)

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.084 volte, 1 oggi)