SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pubblichiamo una nota stampa inoltrata da Tonino Capriotti (consigliere comunale del Pd) in risposta ai comunicati stampa apparsi ieri a firma di Andrea Traini e Pierluigi Tassotti.

CAPRIOTTI RISPONDE A TRAINI: “Gentile assessore Traini, com’è nel vostro costume, la colpa è sempre degli altri e le giustificazioni da lei addotte evidenziano la totale assenza di una politica che tenga all’ambiente del suo territorio. Eppure mi sembra che lei si sia mostrato molto sensibile ai problemi ambientali del quartiere in cui vive.

A tal proposito le chiedo un atteggiamento coerente verso tutte le attività in esso svolte. Non si può fare l’ambientalista alla sera e scordarsene alla mattina. Le chiedo: dove dovrebbe essere aperta in provincia questa nuova discarica? Ci indichi il posto, visto lo stato in cui versano le precedenti discariche. È sicuro che l’eventuale nuova discarica le applicherebbe un prezzo più basso? Come delegato all’ambiente di San Benedetto è tutta qui la sua proposta di politica ambientale?

Le garantisco che in Europa ed in Italia si va totalmente in un’altra direzione. Mentre nei paesi civili si va verso l’azzeramento dei rifiuti, l’assessore all’ambiente di San Benedetto chiede una nuova discarica in provincia per pagare meno.
La sua giustificazione all’aumento della tassazione sui rifiuti ci porta a pensare che andremo sempre peggio. Lei sostiene che in alcuni casi la tassa diminuirà, ma non era stato sempre lei a dire che i costi della Picenambiente quest’anno aumenteranno di 210.000€? Lei parla di diminuzione di alcuni casi che riguardano i privati, dimenticando totalmente che lo scorso anno avevate aumentato già del 4% la stessa tariffa. Si nota nelle sue dichiarazioni la totale assenza di sensibilità verso le famiglie numerose. Chieda a queste famiglie che ne pensano. Si chieda anche quanto pagano le imprese di tari e quant’è il 14%. Scoprirà che si toccano cifre notevolmente superiori a quelle da lei citate. Con la sua azione dimostra anche una scarsa sensibilità alle politiche sociali ed economiche, oltre che a quelle ambientali.

Infine le voglio ricordare che alcune famiglie, quelle con i figli all’università ad esempio, devono pagare più volte questa tassa: nella nostra città e dove hanno la casa in affitto. Vi invito a farvi carico di queste ingiustizie ed a non cullarvi sui risultati raggiunti dalla precedente amministrazione. Nell’ultimo Consiglio vi abbiamo dato diverse indicazioni: attuatele. Penso che sia ora di prendersi cura dei sambenedettesi e non di risolvere i problemi semplicemente aumentando le tasse”.

 …E A TASSOTTI: “Imbarazzanti le giustificazioni dell’assessore al turismo sull’assenza al bit di questa amministrazione. Prima dice che non hanno progetti, poi afferma che ormai tutto si svolge sul web, quindi dichiara che è praticamente inutile il bit, infine ringrazia le associazioni che hanno rappresentato la città al bit.

È chiaro che è in confusione totale. Questo mi rende ancora più preoccupato per la nostra città. È difficilissimo fare programmazione turistica se non si hanno le idee chiare e soprattutto se non si ha l’umiltà di farsi aiutare da chi ha esperienza nel settore. Abbiamo visto quello che non fa, ci dica almeno quello che vuole fare.”

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 223 volte, 1 oggi)