TERAMO – Nella mattinata di oggi, 14 febbraio, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Teramo su richiesta del P.M.,  nei confronti di due cittadini teramani cinquantenni.

A seguito dell’attività di indagine si è accertata la loro responsabilità in ordine ad un tentativo di furto con “spaccata” posto in essere ai danni del bar “Gran Caffè Lillà” a Teramo – Piano della Lenta: i due, poco dopo la mezzanotte del 31 dicembre, si erano introdotti all’interno dell’esercizio commerciale forzando con degli arnesi da scasso la porta di ingresso posta sul retro per poi desistere a seguito dell’attivazione dell’allarme sonoro e fumogeno.

Sono stati condotti nella Casa Circondariale di Castrogno.

La Squadra Mobile ha incorso attivissime indagini volte a riscontrare, come sembra, la responsabilità dei fermati, unitamente ad altri, a “spaccate” attuate nei mesi scorsi in altre località della provincia.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 517 volte, 1 oggi)