SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Un altro tifoso della squadra locale è stato denunciato per porto abusivo di armi improprie. I fatti risalgono allo scorso 19 novembre, quando 30 ultras della Santegidiese furono fermati a Garrufo mentre, a bordo di due pulmini, si stavano recando a Luco Dei Marsi per assistere a una partita di campionato nonostante il provvedimento della questura de L’Aquila che aveva vietato la trasferta ai tifosi ospiti. A bordo dei due mezzi, i carabinieri del radiomobile di Alba Adriatica, avevano rinvenuto una dozzina di bastoni trasformati tramite lacci in veri e propri manganelli. I 30 ultras furono denunciati e per loro fu avanzata richiesta di daspo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive. E ieri, dopo ulteriori indagini, supportate anche da alcune immagini video, i militari hanno rintracciato e denunciato anche G.G, 45enne, residente a Sant’Egidio alla Vibrata. Anche per lui è stata presentata alla questura una richiesta di daspo che potrebbe portare a 41 il numero dei tifosi santegidiesi colpiti dal provvedimento. Lo scorso 3 ottobre, prima dell’infuocato derby con il Mosciano, un tifoso locale fu fermato all’ingresso dello stadio mentre cercava di entrare con un fumogeno proibito.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)