MONTEPRANDONE – “Esprimiamo soddisfazione per l’accordo stipulato venerdì 9 febbraio tra Regione Marche e il comune di Monteprandone, che rappresenta un importante e prezioso passo avanti per introdurre una filiera virtuosa e innovativa nella gestione delle macerie”.

Ecco il commento di Legambiente Marche.

“Questo è uno degli obiettivi che si è dato con determinazione l’Osservatorio per la ricostruzione di qualità, promosso da Legambiente e Fillea, in un’ottica di economia circolare. – commenta Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche – Per fare questo chiediamo che venga formalizzato un tavolo di lavoro tra tutti i soggetti interessati e coinvolti, alcuni dei quali hanno partecipato all’incontro per la firma del protocollo, e venga dato l’avvio ai lavori, anche attraverso il coinvolgimento dei diversi soggetti pubblici e privati interessati. Un presupposto per dare seguito con coerenza all’impegno manifestato con questo atto regionale. Questo percorso rappresenta anche un modello con cui la Regione Marche può offrire una soluzione concreta, innovativa e positiva per la risposta alle emergenze”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 8 oggi)