SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pareggio a reti bianche fra rossoblu e granata nonostante un dominio territoriale continuo dei padroni di casa. Leggi le parole dei protagonisti.

Franco Fedeli: “Ho visto una partita molto bella dei miei nella prima parte, molto meno nella ripresa. Il problema è sempre quello, andiamo in campo intimoriti, non si può sempre dire che gli avversari sono più forti (evidente riferimento a Capuano n.d.r.). Ho visto una grande Samb oggi. Se non facciamo risultato in casa mi sembra difficile riuscire a stare attaccati al Padova. Questo è il calcio purtroppo, ci è mancata la stoccata finale”. Il presidente sulle voci di una possibile cessione della Samb: “Non doveva essere neanche una notizia da tirar fuori” chiosa un polemico Fedeli “ribadisco che non ho sentito nessuno”. Sul gol annullato: “Il fallo l’ha visto solo l’arbitro”. Chiosa finale sulla partita:”Questo è un punto che non serve a niente, rischiamo anche di finire quarti se la Reggiana vince la partita di recupero, rimango soddisfatto del gioco della squadra, davvero bello nel primo tempo”.

Ezio Capuano: “Io voglio rispondere a chi diceva che al Riviera siamo timorosi, li abbiamo presi altissimi e loro nel primo tempo loro non hanno passato la metà campo. Oggi abbiamo stracciato la Reggiana ma non mi è piaciuto l’egoismo dei miei ragazzi in certe occasioni, sono sconvolto di alcune cose. Siamo stati bellissimi da vedere oggi, loro volevano palleggiare e non ci sono riusciti. Bove da regista? Non faceva proprio il play, giocava coperto da Marchi e tra le linee ci andava Bellomo.” Il giudizio generale: “Sono soddisfattissimo della mia Samb ma mi devasta l’egoismo di alcuni dei miei, e chi ha sbagliato pagherà”. Sull’arbiro: “E’ un continuo di errori arbitrali, sono stanco. Dopo il fuorigioco da arresto di Padova questo gol annullato non si sa perché”.

Diego Conson: “Grande prestazione di squadra, frutto del lavoro maniacale fatto in settimana, abbiamo studiato bene. Lo 0-0? Ci sta, ci stanno le classiche giornate in cui il pallone non vuole entrare, noi comunque ne usciamo più forti e convinti. La fascia da capitano? Una sensazione bellissima, soprattutto in casa davanti al nostro pubblico”.

Sergio Eberini: “La Reggiana del primo tempo non mi è piaciuta anche perché la Samb è stata brava a fermare le nostre fonti di gioco. Riconosco la pressione portata dalla Samb ma non ci sono stati tiri importanti da parte loro. Poi quando sono calati siamo usciti fuori anche noi con due occasioni limpide. Il pareggio ai punti è giusto e entrambe credo che meritiamo la classifica che abbiamo anche se la guardiamo poco in questa fase” . Sul Padova: “La realtà è che sono davanti e oggi hanno fatto una bella e importante vittoria in trasferta. Dobbiamo sognare e crederci, sia noi che la Samb. A San Benedetto questi tifosi lo meritano, sono eccezionali”.

Nicola Bellomo: “Ci è mancato solo il gol, l’avevamo fatto con Miceli ma purtroppo ce l’hanno annullato, per l’arbitro c’era fallo ma a noi non è sembrato. Questo è un gruppo giovane, bravi ragazzi, un gruppo che lavora e mi piace stare qui. Il campionato? Ce la giochiamo fino all’ultimo, vediamo dove andiamo. Ad Alessandria dicevano che rendevo poco? Un calciatore per rendere deve essere messo nelle giuste condizioni, ad Alessandria mi sono ritrovato a fare il quinto di centrocampo e non è il mio ruolo. Io uno dei pochi ex Ascoli accolti bene qui? E ci credo, mi sono lasciato male con l’Ascoli, anche l’anno scorso mi hanno fischiato.”

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.142 volte, 1 oggi)