Hc Monteprandone-Parma 24-34

MONTEPRANDONE: Giambartolomei, Coccia 5, Carlini, Grilli 7, Di Girolamo, P. Funari, D’Angelo 1, Cani 1, Khouaja 5, Parente, F. Funari 1, Sabbatini 1, De Cugni 3. All.: Vultaggio.

PARMA: Calliu 6, Usai 10, Strada 3, D’Angelo 6, Cortesi 4, Musca 2, Fereoli 1, Avanzini 2. All.: Galluccio.

Arbitri: Marcelli e Ramoul.

NOTA: parziale primo tempo, 14-18.

MONTEPRANDONE – Handball Club Monteprandone sconfitto pure stavolta, ma con onore. Resta il rammarico per il calo della ripresa. Quasi una costante. Ma perlomeno i verdi riescono a riscattare la figuraccia del derby contro Chiaravalle.

Monteprandone al palazzetto di via Colle Gioioso per la seconda volta consecutiva. Adesso, però, c’è Parma, che grazie ai 2 punti in terra marchigiana balza al terzo posto. Primo tempo equilibrato, con l’Hc orfana di Marucci, escluso per motivi disciplinari. Ottime le prove di capitan De Cugni, di Khouaja e di Grilli. Straordinario il portiere classe 2001, Di Girolamo. Ma non basta: i ragazzi di coach Vultaggio pagano l’eccessivo nervosismo, quello che nel finale di primo tempo li fa passare dal possibile – 2 al + 4 per Parma.

Gli ospiti, che si confermano esperti e quadrati, scavano il solco grazie al sapiente palleggio. Per Monteprandone non c’è più nulla da fare.

“Mi auguro che questo rappresenti un nuovo inizio” commenta coach Andrea Vultaggio. “Ho visto delle cose interessanti. Come spesso accade nei momenti di crisi il gruppo ha almeno provato a scuotersi e nel primo tempo l’approccio è stato ottimo. Dobbiamo invece esaminare il vistoso calo che patiamo sempre più spesso dopo l’intervallo, unito al troppo nervosismo di alcuni elementi chiave” passa e chiude Vultaggio

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 69 volte, 1 oggi)