SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha avuto inizio dal mese di gennaio 2018 l’iniziativa “Piccoli Scienziati… Cercasi” promossa dall’Associazione Impariamo dalla Natura ed una rete di partenariato composta da: Istituto Scolastico Comprensivo Nord di San Benedetto del Tronto; Istituto ScolasticoComprensivo Centro di San Benedetto del Tronto; Istituto Scolastico Comprensivo Sud di San Benedetto del Tronto; Liceo Scientifico B. Rosetti di San Benedetto del Tronto; Associazione I Girasoli onlus; Comune di San Benedetto del Tronto; Associazione CAI e realizzata insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Il progetto “ Piccoli Scienziati … Cercasi ” ha come finalità quella di avvicinare gli studenti alle materie di tipo scientifico attraverso una metodologia di insegnamento innovativa che punti a coinvolgerli e a renderli attivamente parte del processo istruttivo. L’Associazione impariamo dalla natura, fin da quando è nata, si batte affinché metodologie innovative legate alla didattica del fare , cioè a sperimentare, osservare in natura, lavorare sul campo, possano entrare nelle scuole per aiutare gli studenti ad amare le materie scientifiche e appassionandosi ad esse, nel lungo periodo farne anche una scelta lavorativa.

Le attività si svolgeranno a San Benedetto del Tronto e nella Riserva Regionale della Sentina. Il progetto persegue i seguenti obiettivi:

1) Trasferire metodologie didattiche innovative nello studio delle scienze: utilizzando metodologie innovative di studio che focalizzano l’attenzione sulla sperimentazione e applicazione pratica diversificandole a seconda dell’età degli studenti;

2) Trasmettere il valore del rispetto della natura: attraverso la conoscenza dell’ambiente naturale che ci circonda e dell’analisi delle invenzioni tecnologiche “ispirate” al mondo naturale ;

3) Stimolare la creatività degli studenti: un percorso di osservazione, imitazione e creatività attraverso il quale si mostreranno le varie tappe della scoperta per rendere l’allievo partecipe, consapevole e stimolare la sua fantasia;

4) Sensibilizzare la comunità tutta sulle innovazioni didattiche e sul tema del rispetto ambientale: consapevolezza e principi educativi delle nuove generazioni.

Le azioni previste per il conseguimento di tali obiettivi saranno: ATTIVITA’ DI VISUAL CENSUS: laboratori didattici in classe con schede di rilevazione ed osservazione di flora e fauna; ATTIVITA’ DI BIOMIMETICA: laboratori didattici in classe attraverso analisi di casi reali, di innovazioni tecnologiche ispirate alla natura con l’utilizzo di stereomicroscopio; lavori di gruppo ed exhibition; ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: laboratori e stage lavorativi nella Riserva Sentina; ESCURSIONI PREMIO: sarà organizzata un’escursione premio per ogni anno scolastico.

Il progetto parte da un impianto scientifico comune a tutte le classi partecipanti, cioè a partire dalla sperimentazione in laboratorio e dalla immersione in natura; intende dimostrare come le materie scientifiche non siano apprendimenti teorici ma esperienze pratiche e vive. La metodologia, che verrà utilizzata, ha l’obiettivo di rendere gli alunni dei soggetti attivi del proprio processo informativo, non saranno gli insegnanti a trasmettere contenuti, valori, esperienze, ma gli stessi ragazzi confrontandosi tra loro, scambiandosi i punti di vista, ricostruendo problemi e immaginando autonomamente soluzioni.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 253 volte, 1 oggi)