SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Appena qualche mese fa veniva presentata a Grottammare la 23^ edizione di “Teatri Invisibili”, un festival del teatro contemporaneo che dal 27 al 29 ottobre scorso ha portato in scena otto spettacoli, distribuiti fra tre teatri: Concordia e Dell’Olmo a San Benedetto e Teatro delle Energie a Grottammare. Il tutto organizzato come sempre dal Laboratorio Teatrale “Re Nudo” di Piergiorgio Cinì, con il supporto dell’Amat.

A tre mesi di distanza è cambiato tutto e, a quanto pare, “Teatri Invisibili” non avrà più spazio nel calendario degli eventi culturali di San Benedetto l’anno prossimo. “Gli Invisibili e Re Nudo spariranno dalla programmazione culturale dell’Amministrazione sambenedettese”. Comincia così una lettera di Piergiorgio Cinì e Riccardo Massacci che annunciano di fatti il commiato e, mettendoci anche una buona dose di ironia, criticano apertamente l’assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri ritenuta dai due la responsabile della scelta.  “Faremo compagnia ai vari Ferrè, Mare Aperto, Maremoto, Gioventù Musicale” prosegue la lettera, che svela pure che, forse , non tutti all’interno dell’Amministrazione la pensavano allo stesso modo sulla “cancellazione”. “Il Sindaco Piunti ha cercato a più riprese di convincerla (Annalisa Ruggieri n.d.r.) della qualità e originalità delle nostre proposte” scrivono chiaramente. Per la ricostruzione fatta dagli organizzatori teatrali, dunque, sarebbe stato l’assessore Ruggieri a non credere più nell’evento.

La lettera continua con diversi riferimenti,  agli appuntamenti patrocinati dall’Amministrazione in estate, come Solideo, o il Cocktail Summer Festival, i quali hanno già fatto ampiamente discutere le opposizioni e sulla cui qualità culturale Cinì e Massacci si esprimono ironicamente, certo, ma anche piuttosto chiaramente, definendoli “glamour” e ancora “popsophia dell’ottimismo” e autodefinendo invece, con una buona dose di sarcasmo, rassegne come la loro “ammuffite” e, per contro, “pessimiste”.

Adesso il futuro della rassegna sarà probabilmente a Grottammare, come annuncia la stessa direzione artistica. “Con il sostegno del Comune di Grottammare e dell’Amat” si conclude infatti la lunga quanto singolare lettera di protesta di Cinì e Massacci “continueremo a proporre le nostre iniziative sul territorio. Come facciamo da trent’anni con serietà e passione”.

 

* Nella foto si vedono Piergiorgio Cinì (il primo a sinistra) e Riccardo Massacci (l’ultimo a destra) alla presentazione dell’edizione 2017 di Teatri invisibili lo scorso ottobre. Con loro c’erano il sindaco Enrico Piergallini in rappresentanza di Grottamare e la consigliera Rosaria Falco per San Benedetto.

 

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 482 volte, 1 oggi)