GROTTAMMARE – Il Kursaal di Grottammare si conferma sempre più tempio dell’amatorialità  del centro Italia.

La Kermesse, organizzata dalla locale Associazione Lido degli Aranci e dall’Amministrazione comunale di Grottammare, non smentisce  le attese e registra stabilmente il sould out.

L’elevata qualità delle compagnie in gara, unitamente al gran numero di attori partecipanti, fa si  che l’edizione 2018 si candidi ad essere vera paladina del teatro dialettale  di Marche ed Abruzzo.

Assoluta protagonista dello scorso weekend è la stata la Città di Ascoli Piceno, grazie  alla compagnia  Li Freciuti, capitanata dal talentuoso regista Vincenzo Castelli.

Li Freciuti in azione

Il prossimo appuntamento, in scena sabato 3 febbraio alle ore 21,15 al Teatro Kursaal di Grottammare, vedrà alla ribalta la compagnia dialettale abruzzese Atriana, capitanata dall’autore Giancarlo Verdecchia.

Uno spettacolo inedito, per la prima volta in scena nella perla dell’adriatico; con ironia ed innumerevoli colpi di scena la narrazione affronta coraggiosamente il mondo della famiglia italiana.

Emilia Astolfi, Dante Fortuna, Pasquale Forcella, Silvio D’ Eusebio, Lucia Piscella, Isolina Costantini, Annamaria Ginestra, Carmela Ranalli e Francesca Di Giovanni: questi gli attori in gara per il premio Grottammare Mask.

Il presidente del Lido degli Aranci Alessandro Ciarrocchi, esprime profonda soddisfazione per l’avvio entusiasmante dell’edizione 2018:“Commedie Nostre si conferma vero fiore all’occhiello della nostra programmazione associativa. Ringrazio chi anni addietro, con lungimiranza e professionalità, ideò la kermesse diversificando di fatto il ventaglio di offerte culturali. Vista l’elevata affluenza, invito il pubblico ad essere puntuale, prenotando in prevendita il biglietto singolo (a soli 6 euro)“.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 305 volte, 1 oggi)