ANCONA – “Troppe 100 barche nel tratto di mare davanti ad Ancona, dal Cesano a Porto Recanati: il pescato non basta per vivere”.

Sit-in dei vongolari di Ancona, oggi 30 gennaio, davanti al Consiglio regionale: vogliono una riorganizzazione che possa di nuovo estendere il braccio di mare di competenza fino al Chienti e una redistribuzione delle imbarcazioni che al momento consente a 25 unità di San Benedetto di pescare ad Ancona. Nel giugno 2017 l’attuale gestione era stata prorogata per quattro anni.

“Vogliamo lavorare anche noi nel nostro mare, basta politica”, è lo slogan che campeggia su uno degli striscioni appesi nel piazzale davanti alla sede del consiglio dove hanno manifestato oltre 50 pescatori. Una delegazione dei vongolari ha incontrato i capigruppo, il presidente dell’Assemblea e il presidente della seconda commissione. Ci sono stati momenti concitati all’inizio del vertice per la protesta vivace di uno dei pescatori.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 110 volte, 1 oggi)