Di seguito una nota del nostro Pier Paolo Flammini, che, momentaneamente, si asterrà dal lavoro giornalistico.

Cari lettori, cari amici,

questo è il mio ultimo articolo per il mio RivieraOggi-PicenoOggi, giornale da me fondato e a cui ho dedicato, assieme alla redazione, anni di intensa passione giornalistica. Lo scrivo per comunicare che devo sospendere l’attività di redazione poiché ho deciso di candidarmi al collegio uninominale della Provincia di Ascoli per la Camera dei Deputati, per la lista Liberi e Uguali. Nel link in Pdf le motivazioni di tipo politico che ho reso note all’assemblea dello scorso 8 gennaio all’Associazione Pescatori di San Benedetto Perché mi candido alla Camera dei Deputati.

Alcune doverose precisazioni.

La mia candidatura è da indipendente. Non sono, infatti, iscritto a nessun partito. Ma la mia candidatura non è, né vuole essere, il tipico esempio di “società civile prestata alla politica”, come sento stancamente ripetere da anni. E di cui, purtroppo, vecchie e nuove forze stanno abusando anche in questo passaggio.

La mia candidatura è coerente con un pensiero maturato in tanti anni di studio, lavoro, attivismo e azione. Si indossano le divise in cui si crede, non quelle che convengono. Vi è una sedicente “società civile” che mai si espone, mai prende parte, per poi partecipare al rodeo elettorale solo quando le poltrone sono già apparecchiate per sedervisi sopra. Una “società civile” che, dopo quasi trent’anni di millantata illibatezza, si manifesta invece spesso del tutto indifferente a quel che accade, oppure, talvolta, persino parassitaria. Magari detestando quel mondo di attivisti seri che si spende, invece, ogni giorno, gratuitamente, e poi viene scavalcato quando arrivano le poltrone. Io non potrei riconoscermi in quel tipo di maneggioni. Io appartengo.

Altra è la riflessione relativa all’attività giornalistica, ispirata ai principi della deontologia. La mia storia ne è testimone e non è qui il caso di aggiungere altro.

Il mio cammino, pur nelle vesti di “civico”, vorrà tuttavia avere un orizzonte che andrà al di là del 4 marzo. Uno spazio cittadino e provinciale che necessita di forme e contenuti del tutto differenti da quelli sperimentati fin qui. Ma qui entrerei in campagna elettorale. Quello sarà il momento opportuno per alzare lo sguardo oltre la contingenza e re-immaginare il futuro. Insieme.

Ringrazio il direttore e la redazione per l’opportunità e per i tanti bei momenti fin qui condivisi, così come i nostri lettori. Resteremo in contatto.

Vorrei concludere con un link ad un recente post di Anna Falcone. Anche con lei, come con altri, ho condiviso un percorso che dalla difesa della Costituzione nel referendum del 4 dicembre 2016 ci ha portato, attraverso non pochi passaggi difficili, a questa comune battaglia. Al 5 marzo.

Ho accettato l’invito di Pietro Grasso a dare il mio contributo alla competizione elettorale con una candidatura…

Posted by Anna Falcone on Wednesday, 24 January 2018

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.406 volte, 1 oggi)