TERAMO -Nottata molto agitata, quella tra il 26 e 27 gennaio, in una via del quartiere Colleatterrato di Teramo.  Al 113 è giunta una chiamata che segnalava la presenza di un uomo che dava in escandescenze.

Giunti sul posto gli Agenti della Squadra Volante della Questura di Teramo, diretti dal dottor D’Armi, hanno individuato un noto pregiudicato che alla vista dei poliziotti ha cercato di dileguarsi, ma inutilmente.

Un quarantenne del posto, in preda ad una forte agitazione, aveva, poco prima, letteralmente divelto la porta blindata dell’appartamento della donna con cui ha una relazione, per picchiarla e derubarla della borsa.

I poliziotti raggiunta l’abitazione si sono trovati di fronte la fidanzata dell’uomo con il volto tumefatto per via delle violente percosse ricevute. Le fasi dell’aggressione sono state così violente, che un piede della donna è rimasto incastrato in una ringhiera.

Gli Agenti hanno anche rinvenuto la borsa della donna di cui l’uomo si era appropriato e che aveva cercato di abbandonare alla vista della Polizia.

Tratto in arresto, l’uomo è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso il Carcere di Castrogno. La donna è stata accompagnata presso il Pronto Soccorso del locale nosocomio per le cure del caso.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)