ACQUAVIVA PICENA – Nella serata del 25 gennaio, durante il Consiglio Comunale di Acquaviva Picena, i consiglieri di maggioranza hanno nominato all’unanimità il consigliere Chiavaroli come nuovo capogruppo al posto del sindaco Rosetti.

La proposta è stata portata all’attenzione del Consiglio Comunale come conseguenza della lettera del Prefetto di Ascoli Piceno, su indicazioni del Ministero degli Interni, con la quale ha ricordato a Rosetti come le disposizioni statutarie e regolamentari dell’ente non permettono al sindaco di ricoprire tale ruolo.

“Finita la votazione, ne è scaturita una discussione in quanto il sindaco ha minimizzato sull’accaduto – afferma Acquaviva Futura – tentando di far passare la nuova nomina una opzione come se la lettera del Prefetto / Ministero lasciasse margini di manovra, in quanto fondata su un’interpretazione  (discutibile dal suo punto di vista) di norme di Statuto, di Regolamento e non di legge.”.

Il gruppo afferma: “In risposta, il capogruppo di Acquaviva Futura, ha precisato che le indicazioni ricevute per lettera erano chiare e l’interpretazione di nominare un nuovo capogruppo, da parte di tutti i consiglieri di maggioranza, è stata l’unica possibile”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 366 volte, 1 oggi)