SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito una nota stampa dell’Amministrazione Comunale di San Benedetto.

Incentivare la pratica della programmazione di eventi da parte degli organizzatori, semplificare le procedure di competenza dei vari uffici, mettere in condizione gli organizzatori stessi di conoscere preventivamente gli elementi indispensabili alla realizzazione dell’evento (quadro normativo, documentazione da presentare, tempi necessari).

Sono gli obiettivi che si è prefissata l’Amministrazione comunale con l’approvazione di una delibera che fissa le regole per la presentazione delle domande per lo svolgimento di iniziative turistiche, culturali, sportive, ecc. su aree pubbliche e su aree private di cui si abbia la disponibilità.

L’atto stabilisce che per le iniziative da realizzarsi nel semestre novembre – aprile la domanda dovrà essere presentata entro il 30 settembre di ogni anno, entro il 15 marzo per le iniziative da realizzarsi nel semestre maggio – ottobre.

La prima scadenza è dunque quella del 15 marzo, data ultima entro la quale dovranno essere presentate le domande riferite ad eventi che si vorrebbero organizzare da maggio a ottobre 2018. A tale scopo è stata predisposto un apposito modello che è reperibile sul sito istituzionale www.comunesbt.it (sezione “altri bandi e avvisi”) .

Ovviamente, per loro natura, le manifestazioni possono essere soggette a tempi di ideazione e proposta non coincidenti con questa tempistica. Per questo, la delibera prevede che “l’Amministrazione si riserva comunque di valutare proposte di eventi su aree pubbliche o su aree private di cui si abbia la disponibilità, pervenute successivamente ai termini sopra indicati, quando queste proposte siano riferite ad eventi non prevedibili e che per la loro rilevanza e significatività perseguano le finalità e gli obiettivi di valorizzare il territorio e l’immagine della Città di S. Benedetto del Tronto, nonché in considerazione del carattere di originalità e innovazione del progetto presentato”.

Il passo successivo sarà quello di mettere a punto una procedura informatizzata attraverso la quale gli Uffici e i Servizi di volta in volta chiamati ad intervenire potranno gestire in rete i procedimenti di loro competenza (pareri, autorizzazioni

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 302 volte, 1 oggi)