SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al CineTeatro Concordia arriva nel prossimo weekend “Benedetta Follia” di Carlo Verdone, uno dei film più attesi e più visti di questo inizio 2018, nonchè campione al box office. Iniziativa di “CinemalCentro”.

Proiezioni:
venerdì 26 gennaio ore 18,30 – 21,15
sabato 27 gennaio ore 18,30 – 21,15
domenica 28 gennaio ore 21,15

Ingresso: euro 6.50

GENERE: Commedia
ANNO: 2018
REGIA: Carlo Verdone
ATTORI: Carlo Verdone, Ilenia Pastorelli, Maria Pia Calzone, Lucrezia Lante della Rovere, Paola Minaccioni, Elisa Di Eusanio, Francesca Manzini, Piero Concilietti, Anna Ferraioli, Ciro Scalera, Margherita Di Rauso, Valentina D’Ulisse, Federica Fracassi
PAESE: Italia
DURATA: 109 Min

Trama:
Scritto, diretto e interpretato da Carlo Verdone, Benedetta Follia segue le vicende di Guglielmo (Verdone), uomo di specchiata virtù e fedina cristiana immacolata, proprietario di un negozio di articoli religiosi e alta moda per vescovi e cardinali. I valori su cui l’uomo ha fondato la sua esistenza crollano all’improvviso quando sua moglie Lidia (Lucrezia Lante della Rovere) lo abbandona dopo venticinque anni di matrimonio, proprio nel giorno del loro anniversario. La vita però riserva ancora qualche sorpresa allo sfortunato Guglielmo, che in una giornata come tante nel suo negozio riceve la visita di un’imprevedibile candidata commessa: Luna (Ilenia Pastorelli), una ragazza di borgata sfacciatissima e travolgente, volenterosa ma altrettanto incapace, e adatta a lavorare in un negozio di arredi sacri come una cubista in un convento. Luna traghetterà l’abbottonato datore di lavoro attraverso un mondo proibito di single allo sbaraglio, fatto di appuntamenti al buio, app di incontri come “Lovit”, la più hot del momento, ed esilaranti tentativi di donne disposte a tutto pur di trovare l’anima gemella. Letizia, Raffaella, Adriana: incontri imbarazzanti, buffi e sorprendenti o incontri casuali come quello con Ornella (Maria Pia Calzone).  E visto che la realtà supera l’immaginazione, le vite di Guglielmo e Luna avranno dei risvolti totalmente inaspettati. Perché, come quelle del Signore, anche le vie dell’amore sono infinite.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 265 volte, 1 oggi)