MONTESILVANO – Nel corso di un controllo, effettuato nei giorni scorsi, per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri di Montesilvano (con il supporto di unita’ cinofili) hanno arrestato tre senegalesi che nel pomeriggio del 22 gennaio spacciavano hashish e marijuana a vari assuntori (due provenienti dal Teramano) sulla costa pescarese, vicino alle spiagge.

Nel corso del blitz i militari hanno sequestrato 915 euro in banconote di piccolo e medio taglio provento dell’attivita’ di spaccio oltre a trenta grammi di hashish divisa in quattro pezzi.

Con il supporto dei cani antidroga i carabinieri hanno scoperto nella sabbia altri cinquanta grammi di marijuana in singole dosi, un bilancino di precisione, un taglierino con lama bruciata con evidenti tracce di stupefacente oltre a tutto il materiale utilizzato per il confezionamento.

In serata sono stati interrogati cinque giovani che nel pomeriggio avevano acquistato lo stupefacente sulla costa. Tutti hanno ammesso l’acquisto: sono di Silvi, Poggiofiorito, Teramo, Pescara e Montesilvano. Il costo della singola dose variava dai dieci ai venti euro per poco più di un grammo.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 694 volte, 1 oggi)