SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esulta il Codacons per la sanzione da 4 milioni di euro inflitta dall’Antitrust ad alcuni portali specializzati in turismo online.

“Finalmente le nostre denunce sono state accolte e l’Autorità ha riconosciuto ciò che il Codacons denuncia oramai da anni: la mancanza di trasparenza dei siti web nei confronti di chi acquista biglietti aerei o vacanze online, e costi ingiustificati che fanno lievitare i prezzi a danno degli utenti” afferma l’associazione.

“Il settore delle prenotazioni vacanziere online è una vera e propria giungla piena di rischi e di insidie per i consumatori – afferma il presidente Carlo Rienzi – La carenza sul fronte delle informazioni rese rende difficile se non impossibile per gli utenti non solo conoscere e far valere i propri diritti, ma anche comunicare con le società in fase di post-vendita. Vi è poi la questione dei costi aggiuntivi addebitati ai consumatori all’ultimo momento, attraverso commissioni assurde e balzelli vari che rendono il prezzo finale ben più alto di quello inizialmente prospettato, con conseguente aggravio di spesa”.

Per tale motivo il Codacons esprime soddisfazione per la multa dell’Antitrust che conferma le denunce dell’associazione e riconosce i diritti degli utenti.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)