ROMA – In Europa sono scattati ben 455 allarmi per la salmonella che è il pericolo per contaminazione microbiologica piu’ diffuso negli alimenti.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sull’ultima relazione annuale sul sistema di allerta rapido degli alimenti e dei mangimi in Europa (RASFF).

“In particolare – sottolinea la Coldiretti – 126 casi hanno interessato il pollame, 68 frutta e verdura, 42 i prodotti di altra carne, 20 erbe e spezie, 14 le uova, 13 casi i prodotti della pesca, 6 latte e derivati e ben 113 prodotti per l’alimentazione animale. La salmonella – continua la Coldiretti – è l’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche ed è stata segnalata per la prima volta nel 1886, in un caso di peste suina, dal medico americano Daniel Elmer Salmon. La salmonella è presente in natura con più di 2000 varianti  ma i ceppi più frequentemente diffusi nell’uomo e nelle specie animali, in particolare in quelle allevate per la catena alimentare, sono Senteritidis e S. typhimurium”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)