SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb-Fermana costa cara alla società rossoblu che oggi si è vista letteralmente “stangare” dal giudice sportivo con 5mila euro di multa, una delle sanzioni più salate degli ultimi anni in casa Samb.

La società paga fumogeni e petardi, “esplosi anche nel recinto di gioco” si legge dal referto oltre ai cori reiterati contro Andrea Petrucci, andati in scena durante tutti i 90′ praticamente. L’ala della Fermana, però, si becca anche lui una giornata di squalifica per aver risposto ai cori, durante il pre-gara, con gesti offensivi. Assieme a questo, a concorrere nella maxi multa anche l’utilizzo di raggi laser, fin dal riscaldamento “che richiedeva due volte la trasmissione del messaggio dissuasivo da parte dello speaker” si legge ancora nella decisione del giudice sportivo.

La Samb, che potrebbe far ricorso davanti alla giustizia sportiva per il provvedimento, per ora sceglie la strada del silenzio con il Dg Andrea Gianni che, intercettato alla fine dell’allenamento odierno della squadra, preferisce non commentare.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)