SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il periodo che include le festività Natalizie e il capodanno è, da sempre, un momento al quale la Polizia Ferroviaria rivolge particolare attenzione.

Le stazioni diventano infatti luogo di partenza e di arrivo per un numero di viaggiatori enormemente superiore all’ordinario, che si traduce in un supplemento di lavoro per gli operatori della PolFer, già particolarmente intenso in questi ultimi anni a causa dell’emergenza terrorismo dovuta agli attentati posti in essere in Europa da esponenti del fanatismo islamico.

In questo scenario il Compartimento PolFer “per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo”, con sede ad Ancona, ha messo in campo tutte le risorse disponibili per garantire sicurezza a quanti hanno scelto il treno per spostarsi durante questo periodo di feste e raggiungere i propri cari.

A testimonianza dell’impegno posto in essere si forniscono alcuni dati statistici riferiti all’arco temporale che va dal 19 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018:

2.127 persone identificate (di cui 517 extracomunitarie);

8 persone indagate;

1 arrestato (in esecuzione ordine dell’Autorità Giudiziaria per violazione obbligo di dimora);

1 minore rintracciato;

91 treni scortati;

531 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie;

44 servizi di pattuglia automontata (per la vigilanza agli scali ferroviari sprovvisti di presidi fissi di Polizia).

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)