SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi si è tornati a parlare della tragedia che ha colpito il “Moby Prince” e delle sue 140 vittime. Si sta cercando di fare chiarezza sull’incresciosa vicenda e stanno saltando fuori dettagli importanti sulle responsabilità.

“In questi giorni e nei prossimi (a breve  consegneranno le conclusioni della Commissione di Inchiesta del Senato)  si ritorna a parlare di Moby Prince e delle sue 140 vittime. Ricordiamo con commozione tra questi un nostro concittadino sambenedettese Sergio Rosetti – afferma il Pd sambenedettese che aggiunge –  Grazie alla perseveranza ed alla tenacia delle loro famiglie, che sono riuscite a far riaprire il caso, la Commissione d’inchiesta ha fatto emergere la verità.  Una bella pagina di politica sta facendo venire alla luce le responsabilità,  purtroppo nascoste da più di 25 anni. Il tempo è sempre galantuomo, mai come oggi queste parole sono state più appropriate”.

I democratici sambenedettesi dichiarano: “Vogliamo esprimere il nostro ringraziamento sostegno e solidarietà  a queste famiglie che lottano da tempo ed in particolare all’amico Nicola Rosetti, figlio del compianto Sergio, da sempre in prima linea in questa battaglia”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)