SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Questo è l’ultimo consiglio comunale in cui vestirò la casacca del Partito Socialista, è una separazione consensuale”. Con queste parole il Consigliere Marco Curzi ha annunciato l’uscita dal Partito Socialista, in un consiglio che ha forse anche segnato un suo allineamento definitivo con la maggioranza, visto il voto favorevole dell’ex assessore di centrosinistra al project piscina.

“In realtà l’uscita del Consigliere è stata una scelta unilaterale, infatti nessuno era stato avvistato, né il Segretario Provinciale, né il Segretario Comunale e tanto meno gli organi del Partito e nessun confronto è stato fatto dal Consigliere col partito” tuona oggi il segretario dello stesso Psi Umberto Pasquali. “E’ stata una sua scelta, tant’è che il suo annuncio  in consiglio ha destato perplessità, non per la sua uscita, ma per il modo in cui è stato annunciato, chiunque si sarebbe confrontato con gli organi del partito, prima.”

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 347 volte, 1 oggi)