MONTEPRANDONE – La Sassomeccanica volta pagina. L’azienda, dalla sua storia quarantennale trae spunto per la crescita futura: una nuova sede nella zona industriale di Centobuchi e nuovi programmi di sviluppo caratterizzano il presente. La Sassomeccanica è nata nel 1974 ed è presieduta da Tommaso Caroselli Leali.

Attualmente, al suo fianco ci sono il figlio Mario ed il socio Enzo Tossici che hanno l’obiettivo di condurre l’impresa verso nuovi traguardi. Da oltre quarant’anni Sassomeccanica continua a progettare e costruire frese a ponte, lucidacoste per marmo, granito e pietra artificiale e lucidatrici da marmo. Il volume d’affari della Sassomeccanica ha fatto registrare negli ultimi anni una costante evoluzione. Il 90% del fatturato è destinato all’esportazione e il principale mercato di riferimento sono gli Usa che assorbono l’80% della produzione. L’organico dell’azienda è attualmente composto da trenta addetti e nell’ultimo anno è cresciuto del 100%.

“Il tratto distintivo della Sassomeccanica è sempre stato l’innovazione – ha detto il presidente Tommaso Caroselli Leali – che si è trasformato nel tempo in un importante fattore competitivo in grado di vincere la concorrenza sui mercati nazionali, ma soprattutto internazionali. Attualmente, la Sassomeccanica è conosciuta in tutto il mondo per l’alta affidabilità dei suoi prodotti e dei suoi servizi, e per la capacità di soddisfare anche le richieste dei clienti più esigenti”.

Un’azienda sempre più internazionale, ma che intende mantenere forte il legame con il proprio territorio come ha sottolineato Mario Caroselli Leali (Direttore Commerciale Italia/Estero): “La nostra azienda esporta il 90% delle macchine ideate, progettate e costruite nel nostro nuovo stabilimento di Centobuchi dove sono state concentrate tutte le fasi di produzione anche quelle che in passato venivano realizzate all’esterno. La nostra quindi è una produzione completamente fatta sul territorio con la competenza e la professionalità delle nostre risorse umane. Grazie a loro per noi il Made in Italy costituisce un importante valore aggiunto apprezzato e riconosciuto in ogni angolo del pianeta e soprattutto negli Usa che assorbe l’80% della nostra produzione”.

Le nuove macchine prodotte dalla Sassomeccnica hanno ottenuto giudizi estremamente positivi dagli operatori del settore anche nel corso dell’ultima edizione di Marmomac di Verona e in proposito Enzo Tossici (Consigliere di Amministrazione) ha detto: “Sassomeccanica progetta e produce macchine automatiche per il taglio, la sagomatura, la lucidatura e l’incisione di marmo, travertino, granito, pietre ed agglomerati. Sono semplici da usare, trovano applicazione nell’edilizia, nell’arredamento, nell’arte funeraria e nella scultura. Sono macchine italiane, costruite in Italia e completamente zincate a caldo. Sono, quindi, macchine resistenti all’usura, sicure e di facile accesso alle parti meccaniche, grazie anche alle carterature in vetroresina”.

Lo sviluppo dell’azienda sarà reso possibile anche grazie alla nuova sede nella zona industriale di Centobuchi di Monteprandone in via del Lavoro 2. “Lo sviluppo si coniuga con l’ampliamento dei livelli occupazionali. La nostra intenzione è quella di assumere le migliori risorse nelle Marche e in Abruzzo – ha detto il presidente Tommaso Caroselli Leali – e in questo periodo siamo alla ricerca di ingegneri, assemblatori meccanici e montatori disponibili anche per i servizi all’estero”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.232 volte, 1 oggi)