SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dalla famiglia del poeta, si è svolta nella mattinata di giovedì 14 dicembre presso la scuola “Cappella” dell’ISC Sud una cerimonia in occasione della ricorrenza del 50° anniversario della morte del poeta dialettale sambenedettese Giovanni Vespasiani.

I discendenti del poeta, rappresentati dal nipote Giacomo Vespasiani accompagnato dal pronipote Marco, hanno voluto per l’occasione omaggiare l’Istituto comprensivo con il volume “Voci della mia gente”, l’opera poetica completa che racconta la città di San Benedetto del Tronto nei suoi cambiamenti, dall’interno, con la semplicità e la gioia che Giovanni Vespasiani ha saputo trasmettere e ancora trasmette con le sue composizioni.

Si tratta di tante poesie ed alcune canzoni che sono state ordinate secondo la data della loro stesura (dal 1910) e pubblicazione (dal 1911), nel tentativo di cogliere, nell’evoluzione della sua scrittura, anche quella della sua città.

Al dirigente scolastico Ado Evangelisti è stata consegnata una copia per ciascun plesso afferente all’ISC Sud, rappresentato in questa circostanza da una classe quinta elementare del plesso “Alfortville” e da una terza media del plesso “Cappella”.

Durante la mattinata, dopo un racconto sulla vita del poeta, sono state recitate poesie in vernacolo di Vespasiani, sia dalla professoressa Anna Lunerti che da alcuni bravissimi alunni.

“A nome mio personale e di tutta l’amministrazione comunale – ha detto l’Assessore alla cultura Annalisa Ruggieri che ha partecipato alla cerimonia insieme al consigliere Pierfrancesco Troli –  tengo a ringraziare la famiglia Vespasiani per la sensibilità e l’attenzione mostrate nei confronti delle generazioni più giovani, nella consapevolezza che solo attraverso testimonianze così intense e toccanti, le nostre tradizioni culturali e dialettali non andranno perse”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 278 volte, 1 oggi)