SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito una nota inoltrata dal Comune di San Benedetto relativa all’organizzazione della Fiera di Santa Lucia.

“Dopo il buon risultato prodotto dalle nuove procedure informatizzate applicate alle operazioni relative alle concessioni per la Fiera di S. Lucia, oggi, in occasione della cd. “spunta”, si è completato – con successo – il piano di implementazione dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) collocato all’interno del più vasto progetto “Open City Platform” finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, al quale il Comune di SBT partecipa in qualità di Ente sperimentatore.

Tale procedura ha permesso ai circa 220 operatori presenti alla fiera di scegliere il posteggio attraverso criteri certi e trasparenti. “Dopo un lungo lavoro nel quale questa Amministrazione ha fin da subito investito – dice l’Assessore alle Attività produttive Filippo Olivieri – siamo riusciti a perfezionare  un delicato meccanismo come quello dell’assegnazione di posteggi per il commercio su aree pubbliche sia in occasione dei mercati cittadini sia delle fiere, consentendo di gestire un mondo di circa 1.200 operatori in modalità informatica, garantendo nel contempo trasparenza, efficacia ed economicità.

“Di questo – conclude l’Assessore Olivieri – va dato atto ai servizi comunali coinvolti (Sportello delle Imprese, Polizia Municipale e CED) che hanno interpretato nel migliore dei modi alcuni tra i nostri principali  obiettivi: semplificazione dell’accesso, trasparenza amministrativa, coerenza fra i vari servizi e cittadino al centro”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)