MONTEPRANDONE – Anche Monteprandone è tra i 135 “Comuni Ricicloni” delle Marche e tra le migliori esperienze regionali in tema di gestione dei rifiuti e in particolare sulla raccolta differenziata per il raggiungimento dell’obiettivo di legge del 65%. Infatti il Comune di Monteprandone ha raggiunto il 72% nel 2016 e il 74% a settembre 2017 (dati Picenambiente).

Il riconoscimento è arrivato ieri, martedì 12 dicembre, durante la cerimonia della prima edizione dell’ “Ecoforum Marche. L’economia circolare dei rifiuti” promossa da Legambiente Marche.  

“Questo premio arriva in un momento importante per il nostro territorio – spiega l’assessore all’ambiente Fernando Gabrielli – sta infatti per essere avviato il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta 2.0, la modalità di conferimento dei rifiuti tramite i cosiddetti mastelli. Questo metodo rappresenta un’evoluzione del sistema in termini di modernità e innovazione sia perché migliorerà il decoro urbano, limitando il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei sacchetti dei rifiuti, sia perché premetterà ai cittadini che svolgono bene la separazione dei rifiuti di ottenere agevolazioni sull’importo della relativa tassa”.

Nei prossimi giorni, come già comunicato nel corso dell’assemblea pubblica dello scorso 4 dicembre e attraverso le cartoline arrivate a casa di ogni famiglia, Picenambiente consegnerà il kit per effettuare il nuovo metodo di raccolta. Si partirà dalla zona del centro storico e parte di Colle Sant’Angelo, Contrada San Donato e Colleappeso, per poi estendersi a tutto il territorio.

La distribuzione del materiale si terrà nelle giornate di giovedì 14 e venerdì 15 dicembre, dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17; e inoltre sabato 16 dicembre, dalle 9 alle 13 presso i locali ex ristorante in piazza dell’Aquila a Monteprandone.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)